Home » Medicina » Il corpo umano: quali sono le 9 parti ‘inutili’?

Il corpo umano: quali sono le 9 parti ‘inutili’?

Il corpo umano macchina perfetta, ma con qualcosa di troppo. Sarebbero infatti ben nove le parti che un tempo erano indispensabili ma che oggi risultano essere pressoché “inutili”. Dall’appendice al tubercolo di Darwin, la lista completa è stata ripresa da diversi siti statunitensi di Dorsa Amir, una biologa evoluzionista del Boston College.

Le 9 parti inutili
Questi ed altri “rifiuti dell’evoluzione”, spiega l’esperta, sono chiamati ‘strutture vestigiali”, e di solito sono riconducibili a funzioni non più necessarie. Gran parte ereditati dai nostri antenati primati. E’ questo il caso del muscolo palmare lungo, che appare sul polso se si chiude la mano tenendo il palmo rivolto verso l’alto. “Serviva per muoversi più agevolmente sugli alberi – scrive Amir – ma ora il 14% della popolazione non ce l’ha neanche più”. Lo stesso discorso vale per il tubercolo di Darwin, un ispessimento della pelle dell’orecchio che serviva a muoverlo per capire la provenienza dei suoni prima che l’uomo sviluppasse il collo ‘superflessibile’.

Durante lo sviluppo embrionale, continua la biologa spunta anche una coda, che poi scompare tranne in rarissimi casi, di cui il coccige è l’ultimo ‘rimasuglio’. Risale al passato anche la plica semilunare, quel lembo di pelle rosa visibile all’interno dell’occhio nella parte vicino al naso che serviva da palpebra ‘orizzontale’, caratteristica rimasta in diversi animali. Anche la pelle d’oca, dovuta a un particolare fascio di nervi, è un ricordo della capacità, che hanno ancora diversi animali, di drizzare il pelo per sembrare più grandi, mentre il riflesso che hanno i neonati di afferrare qualunque cosa serviva ad essere trasportati dai genitori.

A queste si aggiungono le tre vestigia più ‘famose’: l’appendice, che però secondo alcuni studi potrebbe servire da ‘serbatoio’ di batteri buoni, il dente del giudizio, che serviva quando era necessario masticare cose molto dure ma che ora è inutile, al punto che qualcuno sviluppa una mascella troppo piccola per contenerli. Anche i capezzoli maschili possono essere fatti ricadere tra gli ‘organi inutili’, visto che ovviamente non servono all’uomo. Sono presenti perché si sviluppano prima della maturazione dei caratteri sessuali dell’embrione, e la curiosità è che sono ‘perfettamente funzionanti’, e se l’uomo secernesse l’ormone prolattina potrebbero effettivamente servire per l’allattamento.

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

2 Responses to "Il corpo umano: quali sono le 9 parti ‘inutili’?"

  1. Il concetto di organi vestigiali e’ stato abbandonato. Ogni organo ha una sua funzione ben definita. Il coccige, ad esempio, serve per sedersi, non per attaccare una fantomatica coda.

  2. La d.ssa Amir “biologa evoluzionista” (sic!?), non essendo un medico, sembra ignorare le importanti funzioni di alcuni di questi organi c.d. “vestigiali” ed in modo assolutamente apodittico – perchè non esiste alcuna dimostrazione in proposito – si avventura in storielle costruite a tavolino, di improbabili “evoluzioni” , senza però chiedersi che a fronte del molto che sappiamo – o crediamo di sapere – corrisponde un’altrettanta superlativa ignoranza sul moltissimo che ignoriamo….Cordiali saluti.
    Dott.Donato Gianfelice

Lascia un commento

*