Il 10% degli interventi utilizza le tecniche ‘bloodless’

shutterstock_222694090

Roma 13 Ottobre 2014 – (Popular Science) –  Interventi eseguiti con strumenti avanzati di controllo delle principali complicanze come sanguinamenti e infezioni,  hanno effetti diretti anche sui costi sanitari: si risparmia il 25% di un intervento tradizionale e il 50% della degenza ospedaliera. Attualmente si avvalgono di queste tecniche ‘bloodless’ il 10% degli interventi, percentuale che potrebbe essere incrementata al 30-40%.

 

Post correlati

Lascia un commento

*