Home » Medicina » I sette trucchi per mantenere i buoni propositi per il nuovo anno

I sette trucchi per mantenere i buoni propositi per il nuovo anno

Fare nuove amicizie, iscriversi in palestra, mettersi a dieta. I buoni propositi per il nuovo anno sono un classico e circa il 93% delle persone ne ha almeno un paio nascosti nel cassetto, ma la metà li scorda entro febbraio e solo uno su cinque riesce veramente a portarli a termine. In aiuto però può venire la scienza: Jelena Kecmanovic, psicologa della Georgetown University sul sito The Conversation elenca sette trucchi ‘scientifici’ che possono aiutare nell’impresa.

Il primo suggerimento è chiarire i motivi per cui si prende un certo impegno. Se si vuole perdere peso, ad esempio, è meglio pensare ai vantaggi per la salute piuttosto che alle pressioni sociali. “Le persone che sono spinte da valori autentici – sottolinea l’esperta – sono più brave a raggiungere gli obiettivi”.

I propositi poi vanno pensati in termini positivi e, anziché ripromettersi di non voler bere alcolici durante la settimana, è meglio pensare a voler bere la propria bibita preferita.

E’ fondamentale, spiega Kecmanovic, anche rimuovere dall’ambiente tutte le tentazioni, chiedendo anche a chi ci circonda di aiutarci nell’impresa, ad esempio non portando dolci in ufficio.

In ogni caso è meglio preparare dei ‘piani di emergenza’. “Ogni volta che ci si sveglia di notte con il desiderio di cioccolata o patatine si può pianificare invece di leggere una rivista, o mangiare una mela lentamente assaporando ogni morso”.

E’ importante anche procedere gradualmente, fissando degli ‘step intermedi’ ad esempio se si decide di mangiare meno.

Per rinforzare i buoni propositi è utile anche visualizzare in anticipo gli effetti positivi che si vogliono raggiungere, ad esempio immaginando le sensazioni positive che si avranno dopo una bella corsa.

L’ultimo consiglio è ‘siate indulgenti con voi stessi, anche nei fallimenti’. “La maggior parte delle persone pensa che il modo per aumentare la forza di volontà sia forzarsi, perché essere indulgenti è segno di mancanza di disciplina – sottolinea l’esperta – ma è vero l’esatto opposto, le persone che si biasimano di più anche per i piccoli fallimenti della propria forza di volontà tendono a non mantenere i buoni propositi sul lungo periodo”.

Tag

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*