Home » Biotecnologie » I farmaci futuri saranno elettronici

I farmaci futuri saranno elettronici

shutterstock_20906668Le pillole del futuro saranno elettroniche e dotate di batterie commestibili. Può sembrare l’obiettivo di un film di fantascienza, ma non lo è. I ricercatori di tutto il mondo stanno lavorando in questa direzione: i farmaci del domani saranno prodotti con materiali biodegradabili e potranno essere alimentati dagli stessi fluidi acidi dell’organismo, come quelli che si trovano nello stomaco.

A raccontarlo su Trends in Biotechnology è l’esperto di bioingegneria Christopher Bettinger, della Carnegie Mellon University di Pittsburgh, in Pennsylvania. Lo stesso Bettinger con il suo gruppo di ricerca sta studiando come produrre questi dispositivi elettronici digeribili usando materiali del tutto naturali, come i minerali contenuti negli alimenti o i pigmenti presenti nella pelle e negli occhi. ”La colazione che abbiamo mangiato questa mattina rimane nel nostro apparato digerente per circa 20 ore: quindi – spiega l’esperto – tutto ciò di cui abbiamo bisogno è una batteria che svolga il suo compito nell’arco delle 20 ore per poi essere degradata”.

I dispositivi ingeribili attualmente disponibili sono dotati di batterie standard, come quelle degli orologi; Bettinger sostiene però che in un futuro non troppo lontano potranno essere superate, dal momento che i fluidi naturalmente presenti nel corpo (come i succhi gastrici) possono agire come gli elettroliti che generano la corrente. Alcuni laboratori hanno già dimostrato che dispositivi simili possono degradarsi nell’acqua nel giro di due o tre mesi. Secondo Bettinger, dovremo attendere al massimo 5 o 10 anni per testare queste pillole ”smart” sull’uomo: diversi dispositivi ingeribili, anche stampati in 3D, hanno già ottenuto l’autorizzazione all’uso umano da parte degli enti regolatori. Inoltre le pillole elettroniche potrebbero rivelarsi più economiche di quanto non si possa pensare: portando i farmaci direttamente al bersaglio, consentiranno di usarli al meglio senza sprechi.

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento


*