Home » Medicina » Grant for Oncology Innovation 2015: anche un italiano tra i premiati

Grant for Oncology Innovation 2015: anche un italiano tra i premiati

microscopioIl Grant for Oncology Innovation (GOI) è un premio con il quale Merck vuole dare un riconoscimento all’attività di ricerca più innovativa nell’abito dell’oncologia. I vincitori sono  selezionati da oncologi e ricercatori di fama internazionale per aver allargato i confini della creatività e della scienza con ricerche innovative sul trattamento personalizzato dei tumori solidi.

Merck ha annunciato i vincitori del Grant for Oncology Innovation (GOI) 2015, che riceveranno premi per un valore totale di 1 milione di euro.

I vincitori di quest’anno sono:

  • Il Dottor Roberto Chiarle dell’Università di Torino (Italia), per il suo progetto finalizzato a chiarire i meccanismi di recidiva in un sottogruppo di pazienti con tumore del polmone non a piccole cellule (circa il 50%) sottoposti a terapia mirata a base di un inibitore della tirosinchinasi (TKI) del linfoma anaplastico (ALK, anaplastic lymphoma kinase). Circa la metà dei pazienti trattati con inibitori della tirosinchinasi ALK (ALK-TKI) recidivano senza una spiegazione, il che significa che non possono beneficiare di ulteriori linee di terapia mirata.
  • Il Dottor Josep Maria Piulats Rodriguez del Catalan Institute of Oncology, (Spagna) per la sua proposta di esplorare le mutazioni immunogeniche come target terapeutico e di dimostrare il potenziale di vaccini anticancro personalizzati in grado di generare risposte mediate dalle cellule T-nei tumori umani.
  • Il Dottor Rodrigo Dienstmann del Vall d’Hebron Institute of Oncology (Spagna) per il suo progetto di analizzare dati clinici e di espressione genica e di utilizzare i risultati come base perl disegno di studi clinici in fase precoce  su terapie mirate ai segnali intracellulari da cui dipendono i tumori del colon retto.

 

“Siamo orgogliosi di consegnare il Grant for Oncology Innovation a questi ricercatori straordinari e ai loro team e rivolgiamo loro le nostre più sincere congratulazioni. Le loro ricerche pionieristiche ci aiutano a comprendere meglio la biologia dei tumori solidi, avvicinandoci a terapie personalizzate dei tumori che un giorno potrebbero cambiare le vite dei pazienti” ha dichiarato Belén Garijo, membro dell’Executive Board e CEO di Merck Healthcare. “Speriamo che questo premio possa contribuire al proseguimento dei loro studi innovativi in questa area di ricerca fondamentale.” I vincitori del GOI 2015 sono stati annunciati ufficialmente nel corso di una cerimonia di premiazione che si è svolta durante l’European Cancer Congress (ECC) del 2015 a Vienna, in Austria. I vincitori sono stati selezionati da un Comitato Scientifico (Scientific Steering Committee) internazionale composto da illustri oncologi e ricercatori. Il GOI è stato creato per sostenere i ricercatori che con i loro progetti innovativi stanno gettando nuove basi, consentendo così alla ricerca di avanzare in un’area di importanza crescente come il trattamento personalizzato dei tumori solidi. Ilpremio è stato lanciato nel settembre 2013 allo European Cancer Congress (ECCO-ESMO-ESTRO) di Amsterdam.

Oltre al GOI, Merck ogni anno premia l’innovazione anche in altri campi con il Grant for Fertility Innovation, il Grant for Multiple Sclerosis Innovation e il Grant for Growth Innovation. Per maggiori informazioni sul GOI e per conoscere i dettagli per la candidatura al premio 2016, si può visitare il sito: www.grantforoncologyinnovation.org

 

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*