Home » Medicina » Gli atomi ci parlano?

Gli atomi ci parlano?

atomi parlantiSe parlate con un atomo artificiale, si dà il caso che l’atomo vi risponderà, ma purtroppo non sarete in grado di sentirlo.

Alcuni ricercatori svedesi hanno comunicato con un atomo artificiale in laboratorio: bombardando l’atomo con energia sonora ad alta frequenza, infatti, l’atomo ha rigurgitato l’energia indietro sotto forma di onde sonore. E’ stato possibile registrare queste vibrazioni uditive mediante un equipaggiamento audio ad alta tecnologia, in quanto il suono era di frequenza troppo alta perché l’orecchio umano potesse percepirlo. Questa interazione assorbimento/emissione è molto simile al modo in cui gli atomi interagiscono con la luce: quanto un fotone si avvicina abbastanza ad un atomo, a volte l’atomo lo incorporerà, ma gli atomi non sono molto bravi a trattenere a lungo l’energia, e quindi presto lo risputerà via sotto forma di una particella luminosa.

Questo concetto è stato studiato estensivamente nel campo dell’ottica quantica, ma è la prima volta che la scienza è riuscita a dimostrare un’interazione del genere fra atomi artificiali e suono: ciò porta ad una migliore comprensione delle leggi della fisica quantistica, che un giorno si spera porterà alla creazione di computer estremamente veloci. Ovviamente si tratta di atomi artificiali, e non di quelli naturali: gli atomi artificiali sono come minuscoli circuiti elettrici che presentano proprietà meccaniche quantiche, e tecnicamente si tratta di una collezione di atomi che si comportano come se fossero un unico grosso atomo. Essi sono molto utili per la ricerca, in quanto è possibile cambiarne le proprietà alla bisogna.

Attualmente l’esperimento effettuato non conoscerà alcuna applicazione pratica, e si tratta solo di una curiosità scientifica, ma la fisica quantistica implica anche lo studio di fenomeni fisici su base microscopica, e ciò che si sta tentando di creare è una cassetta degli attrezzi per costringere la meccanica dei quanti a divenire qualcosa che possiamo controllare.

Tag

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*