Home » Ambiente » Fotosintesi all’ombra? Per alcuni batteri sì

Fotosintesi all’ombra? Per alcuni batteri sì

La fotosintesi senza luce esiste. Non sfrutta la luce visibile, ma quella nelle lunghezze d’onda del vicino infrarosso ed è utilizzata da microrganismi che vivono in condizioni estreme e nell’ombra, ad esempio in alcune rocce marine australiane o nel parco americano di Yellowstone.

La ricerca, pubblicata sulla rivista Science, è stata coordinata da William Rutherford, dell’Imperial College di Londra. Vi ha partecipato l’italiano Stefano Santabarbara, dell’Istituto di Biofisica del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) di Milano. “La nuova forma di fotosintesi – ha osservato Rutherford – ci costringe a ripensare le nostre conoscenze su questo processo biologico fondamentale per la vita”.

La scoperta rappresenta un importante aiuto per gli astrobiologi, che utilizzano proprio la fotosintesi e la ricerca di eventuali segnali della presenza di clorofilla su pianeti esterni al Sistema Solare come possibile firma di vita aliena. I ricercatori hanno scoperto che un tipo di clorofilla meno comune, la clorofilla F, gioca un ruolo importante nel processo di fotosintesi in condizioni di penombra.

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*