Home » Medicina » Donne cardiopatiche: poche seguono le cure raccomandate in gravidanza

Donne cardiopatiche: poche seguono le cure raccomandate in gravidanza

(Reuters Health) – Poche donne con difetti cardiaci ad altro rischio, che desiderano avere un figlio, ricevono tutte le cure raccomandate prima del concepimento per cercare di aumentare le probabilità di una gravidanza portata a termine con successo.

Questo dato emerge da uno studio condotto da Sherry Farr, ricercatrice presso gli U.S. Centers for Disease Control and Prevention di Atlanta, che ha esaminato i dati relativi a 2.524 gravidanze tra il 2007 e il 2013 in 2.003 donne con difetti cardiaci congeniti.

Tra i più comuni difetti cardiaci congeniti di sono quelli a carico dei vasi sanguigni difettosi o delle valvole e i fori nel muscolo cardiaco.

Questi problemi strutturali possono dare luogo a sintomi come ritmo cardiaco anomalo e difficoltà di respirazione e potrebbero richiedere un intervento chirurgico o un trapianto di cuore.

È importante che le donne che soffrono di questa patologia si sottopongano a test ed esami per valutare il loro rischio prima del concepimento.

Tuttavia, meno dell’1% di queste donne segue tutte le cure pre-concepimento raccomandate per far sì che presentino il rischio più basso di complicanze in gravidanza.
Quasi il 23%, addirittura, non riceve alcuna assistenza pre-gravidanza.

“Ciò è preoccupante perché la cardiopatia congenita è il tipo di problema cardiaco più comune in gravidanza e può interessare madre e feto, a volte determinando aborto spontaneo, parto pretermine e neonati con un basso peso alla nascita”, dice Wayne Franklin, specialista in cardiopatie congenite presso il Phoenix Children’s Hospital e la University of Arizona.

Il volume sanguigno della donna aumenta del 50% durante la gravidanza per aiutarla a sostenere il bambino che cresce in lei. In presenza di difetti cardiaci può essere difficile per il corpo gestire questa pressione aggiuntiva.

Fonte: Journal of the American Heart Association
Lisa Rapaport
(Versione Italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*