Home » Medicina » Dolore cronico: nasce la Carta dei diritti dei pazienti Ue

Dolore cronico: nasce la Carta dei diritti dei pazienti Ue

Artrite100 milioni di europei colpiti di cui la metà over 65. Questi i numeri del dolore cronico. Per questo motivo al Parlamento Europeo è stata presentata la “Carta Europea dei diritti dei cittadini over 65 con Dolore Cronico” che ha lo scopo di sensibilizzare le amministrazioni di tutta Europa a considerare la fine del dolo un diritto sociale. Solo aprendo l’accesso a tutti i cittadini con dolore cronico a terapie altamente tecnologiche si potrà sconfiggere questa piaga.

L’iniziativa, opera della Senior International Health Organization, (Siha) e FederAnziani, a cui ha aderito Pain Alliance Europe, ha visto il coinvolgimento di tantissimi europarlamentari. L’obbiettivo immediato è ottenere che la maggioranza più uno degli europarlamentari firmi la Carta, in modo che automaticamente venga pubblicata dalla Gazzetta ufficiale della Unione Europea, creando i presupposti perché la Commissione metta a punto una proposta legislativa. “Il dolore cronico – ha osservato Roberto Messina, presidente Senior Italia Federanziani – è stato un fenomeno sottovalutato, ma non si tratta solo di cefalea; è un male che colpisce 100 milioni di persone e che può essere battuto”.

“Il dolore – ha aggiunto il Presidente di Siha, Elio D’Orazio – non è assolutamente inevitabile: dobbiamo sconfiggere tutti assieme questo falso mito”. Un problema che provoca costi, anche economici, enormi: si calcola che l’impatto dei costi sanitari totali diretti ed indiretti per le patologie di dolore cronico sul Pil dei 28 Stati Membri vari dal 2% al 2,9% dell’Irlanda, con una media Ue del 2,4% ed un costo pari a 271 miliardi di euro all’anno. “Curare questo fenomeno – ha spiegato il prof Gianni Colini Baldeschi, specialista della terapia e della diagnosi del dolore – oltre che a far star meglio i paziente, farebbe risparmiare molti soldi alle casse pubbliche”.

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*