Home » Medicina » Dolore cronico e suicidio

Dolore cronico e suicidio

(Reuters Health) – Quasi un suicidio su 10 negli USA si verifica tra persone che soffrono di dolore cronico. A evidenziarlo una ricerca condotta dai CDC di Atlanta e pubblicata da Annals of Internal Medicine.

Lo studio
Circa 25 milioni di adulti negli USA soffrono quotidianamente di dolore e 10,5 milioni di in modo “considerevole”. I ricercatori hanno raccolto dati tra il 2003 e il 2014 riportati nell’ambito del National Violent Death Reporting System, curato da CDC. Su 123.181 suicidi presi in considerazione, 10,789, circa il 9%, sono da attribuire a persone che avevano evidenze di dolore cronico. La percentuale di suicidi tra chi soffre di dolore cronico, inoltre, sarebbe aumentata negli anni, passando dal 7,4% del 2003 al 10,2% del 2014; tuttavia nello stesso periodo di tempo è aumentata anche le percentuale di persone che riferiva dolore cronico. Le principali forme di dolore cronico riferite sono il dolore alla schiena, quello oncologico e quello dovuto ad artrite.Per quanto riguarda le modalità di suicidio, più della metà delle persone considerate si è suicidata con un colpo di arma da fuoco, mentre il 16,2% è morto per overdose da oppiacei.

Fonte: Annals of Internal Medicine
Linda Carroll
(Versione italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*