Home » Medicina » Depressione grave ed epilessia, legame a doppio filo

Depressione grave ed epilessia, legame a doppio filo

(Reuters Health) – Le persone affette da depressione presentano un rischio più alto di sviluppare l’epilessia, e viceversa, mentre una depressione più grave è associata a outcome peggiori nell’epilessia. Questo doppio legame tra le due patologie emerge da uno studio condotto in Canada.

La premessa
“Nel nostro studio le persone affette da depressione hanno mostrato una probabilità di 2,5 volte maggiore di sviluppare l’epilessia, mentre quest’ultima ha all’incirca raddoppiato il rischio di depressione”, dice Colin B. Josephson della University of Calgary di Alberta, principale autore dello studio.”Circa il 23% dei pazienti con epilessia soffre anche di depressione – osservano i ricercatori nella loro relazione pubblicata su JAMA Neurology –  Mentre ci sono evidenze del rapporto bidirezionale tra epilessia e depressione, gli studi non hanno esaminato il rischio di sviluppare epilessia dopo la diagnosi di depressione, né se la gravità della depressione abbia un effetto sugli outcome dell’epilessia”.

Lo studio
Per mettere a fuoco questo aspetto i ricercatori hanno esaminato i dati dell’Health Improvement Network (THIN), che raccoglie cartelle cliniche elettroniche di quasi 10,6 milioni di pazienti nel Regno Unito. Durante il follow-up, durato in media 5,6 anni, il 2,2% ha ricevuto una diagnosi recente di depressione e lo 0,9% ha avuto l’epilessia. Il 63% dei pazienti che ha sviluppato la depressione e il 56% di chi ha avuto l’epilessia era di sesso femminile. Dopo il controllo per età, sesso, Charlson Comorbidity Index (CCI), e Townsend Deprivation Index (TDI), le persone con epilessia hanno avuto un rapporto di rischio (HR) di 2.04 per la depressione. Tra i pazienti con depressione, l’HR per sviluppare l’epilessia è stato di 2.54. La depressione ha anche presentato alcune associazioni tra sesso, TDI, CCI ed epilessia. Tra i pazienti con depressione trattati, l’HR per l’epilessia è stato di 3.42. L’HR aggiustato per i pazienti depressi che hanno ricevuto counseling è stato 1.84 rispetto ai pazienti depressi non trattati, 3.43 per i pazienti che hanno preso solo farmaci, e 9.85 per quelli che hanno ricevuto sia il counseling sia i medicinali.
Gli esperti hanno inoltre esaminato 2.573 pazienti nel Calgary Comprehensive Epilepsy Program, il 20% dei quali erano liberi da crisi da un anno prima della loro prima visita clinica. Coloro che hanno avuto la depressione in passato o che ne erano affetti al momento dello studio avevano 1,41 volte più probabilità di quelli senza depressione di non raggiungere la libertà dalle crisi. I pazienti che non hanno ricevuto alcun tipo di trattamento per la depressione in corso hanno avuto un odds ratio di 1,75 di liberarsi dalle crisi.

I commenti
“Tutti i medici dovrebbero porre il sospetto diagnostico nei pazienti con depressione, in particolare quella grave, che promuove sintomi compatibili con l’epilessia – osserva Josephson – Inoltre, neurologi e medici specializzati in epilessia dovrebbero mantenere una vigilanza speciale sulla depressione nei pazienti con epilessia e prendere in attenta considerazione un follow-up dei pazienti con entrambe le condizioni in quanto il controllo delle crisi può essere più instabile in questa popolazione di pazienti. Il rapporto tra depressione e epilessia è complesso. Il sistema limbico è fortemente implicato in entrambi i disturbi. Inoltre, si ipotizza per entrambe le malattie il coinvolgimento di anomalie simili nell’espressione e nella funzione dei neurotrasmettitori. Infine non si possono escludere cause genetiche e epigenetiche condivise. Studi prospettici dovranno esaminare una possibile relazione causale tra depressione e epilessia”.

Fonte: JAMA Neurology 2017

Anne Harding

(Versione italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*