Home » Medicina » Cuore: nuovo dispositivo a ultrasuoni “inquadra” tessuto cardiaco

Cuore: nuovo dispositivo a ultrasuoni “inquadra” tessuto cardiaco

(Reuters Health) – Un gruppo di ricercatori inglesi ha messo a punto un nuovo dispositivo ad ultrasuoni che consente di visualizzare, direttamente dalla punta di un ago, il tessuto cardiaco. A studiare il nuovo apparecchio è stato il team guidato da Malcolm Finlay del Queen Mary University di Londra, che ha presentato il device, testato per il momento sui maiali, sulle pagine di Light: Science & Applications.

Il test
I ricercatori hanno utilizzato l’imaging ecografico pulse-echo per visualizzare il tessuto cardiaco direttamente dall’estremità di un ago contenente due fibre ottiche; una che genera impulsi luminosi foto-acustici e l’altra che rileva onde di ultrasuoni riflesse. Nello studio, la parete cardiaca è stata individuata già a una distanza maggiore di 2,5 centimetri dal tessuto.Inoltre, con una risoluzione assiale di 64 micrometri, l’apparecchio ha consentito di rilevare strutture anatomiche critiche per intervenire attraverso i setti in modo sicuro, incluse le pareti atriali di destra e sinistra e l’appendice atriale destra. “Dal punto di vista tecnico, siamo stati lieti di aver ottenuto immagini ad alte prestazioni usando componenti a fibra ottica fabbricati a basso costo per le telecomunicazioni”, ha spiegato Finlay. “Ciò che ci ha stupito è stata la chiarezza con cui abbiamo potuto individuare le principali caratteristiche anatomiche. Un miglioramento che mi ha dato molta più sicurezza nella navigazione di quanto sia normalmente possibile nella pratica clinica”. Restano comunque, a detta dei ricercatori, dei punti critici, come la necessità di garantire che il calore generato non sia dannoso per i tessuti circostanti e dimostrare che i materiali usati per la costruzione del dispositivo siano biocompatibili. Ma se riuscirà a uscire dal laboratorio, Finaly ha precisato che potrà per esempio “essere usato durante l’ablazione della fibrillazione atriale”.

Fonte: Light: Science & Applications

Will Boggs

(Versione italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*