Home » i-Tech » Cuore e respiro via satellite, da Fiumicino a Cagliari

Cuore e respiro via satellite, da Fiumicino a Cagliari

sailTrasmissione dei parametri vitali via satellite da un’imbarcazione in 36 ore di navigazione d’altura, monitoraggio dell’equipaggio in condizioni di stress psico-fisico fortemente variabili, controllo in remoto da parte dello staff medico con disponibilità dei dati attraverso la piattaforma cloud. Tutto questo è “A Sail for Health”, il progetto sostenuto dall’AIIC per richiamare l’attenzione su innovazioni in fortissima espansione e con declinazioni potenziali incredibili, dalle condizioni estreme del mare aperto all’assistenza domiciliare di un paziente anziano e/o disabile.

“L’esperienza della traversata – afferma Lorenzo Leogrande, Presidente di AIIC – permetterà di dimostrare che, avvalendosi di tecnologie di monitoraggio remoto del paziente, è possibile raccogliere evidenze del suo stato di salute e di attività. I dati raccolti, se opportunamente organizzati e gestiti, sono elementi caratterizzanti il suo profilo, nonché la base per sviluppare strategie di cura predittiva e pre-diagnostica, oltre che terapeutica”.

La raccolta dati avverrà grazie ad una maglietta venuta dal futuro: i sensori per il monitoraggio di cuore e respiro sono fibre tessili integrate direttamente nella struttura che compone l’indumento. “E’ nella natura di AIIC – sottolinea Leogrande – l’attenzione alle innovazioni in ambito sanitario. L’ingegnere clinico ha una visione chiara e immediata della portata di una tecnologia, sia nell’ottica di una sua integrazione nel sistema che in quella più ampia di implementazione e supporto al processo di cura. Questo è lo scenario che sarà analizzato e dibattuto durante il convegno, centrato sul contributo che l’Ingegneria Clinica può offrire nell’ottimizzazione dei processi e nel riportare la sostenibilità tra i principi cardine del Sistema Sanitario”.

Main sponsor dell’evento è Boston Scientific che, in partnership con AIIC, supporta la crescita professionale dell’Ingegnere Clinico nel governo dell’intero ciclo di vita tecnico delle apparecchiature biomediche. “Sosteniamo da sempre – ricorda l’Amminstratore Delegato, Raffaele Stefanelli –  iniziative volte a dare la più larga e profonda consapevolezza delle tecnologie più innovative per la salute e il benessere delle persone. Da oltre 30 anni, Boston Scientific è leader nella ‘medicina minimamente invasiva’, settore che ci vede costantemente impegnati nel perfezionamento di prodotti e procedure esistenti e nella ricerca di nuove tecnologie che consentano di ridurre i rischi, i traumi, i tempi di procedura e le necessità di cure post-intervento”.

Tag

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*