Home » Medicina » Cuore: con vaccino antinfluenzale scende il rischio di morte prematura

Cuore: con vaccino antinfluenzale scende il rischio di morte prematura

(Reuters Health) – Le persone con insufficienza cardiaca che si vaccinano contro l’influenza sono esposte a un minor rischio di morte prematura rispetto alle controparti che non ricevono il vaccino. È quato emerge da un ampio studio danese pubblicato da Circulation.


Lo studio

I ricercatori dell’Ospedale universitario Gentofte di Copenhagen, guidati da Daniel Modin, hanno seguito più di 134.000 pazienti con insufficienza cardiaca tra il 2003 e il 2015, con la metà dei soggetti che è rimasta nello studio per almeno 3,7 anni.

Durante lo studio, quasi 78.000 persone sono decedute per tutte le cause, tra cui 48.000 per cause cardiovascolari.

Nel complesso, è emerso che ricevere almeno una dose di vaccino antinfluenzale era associato a un rischio inferiore del 18% di morte prematura per tutte le cause e in particolare per problemi cardiovascolari.


“Abbiamo anche scoperto che la frequenza di vaccinazione annuale e la vaccinazione all’inizio della stagione erano associate a maggiori riduzioni del rischio di decesso”, sottolinea Daniel Modin. “Sapevamo già che la vaccinazione contro l’influenza giova a tutta la popolazione, ma il nostro studio ne mette in luce l’importanza nei pazienti con insufficienza cardiaca e indica che una vaccinazione annuale e costante è importante in questa popolazione di pazienti”.


L’influenza stressa il cuore, costringendolo a pompare più forte. Chi ha un’insufficienza cardiaca vede aumentare il rischio di gravi complicanze, come la polmonite.
L’’influenza, inoltre potrebbe contribuire alla formazione di coaguli di sangue e ad attacchi cardiaci.


Fonte: Circulation
Lisa Rapaport
(Versione italiana Quotidiano Sanità/Popsci)

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*