Covid: scoperto perché i pipistrelli non si ammalano

Se i pipistrelli riescono a convivere con i virus, compresi vari tipi di coronavirus, è grazie alle variazioni della loro temperatura corporea. Lo hanno scoperto i ricercatori dell’Università  di Milano, che hanno pubblicato il loro studio sul Journal of Royal Society Interface.

I ricercatori, guidati da Caterina La Porta e Stefano Zapperi, hanno dimostrato infatti che le loro caratteristiche variazioni della temperatura corporea sono la chiave della loro coesistenza con i virus. “E’ il torpore quotidiano – spiega Caterina La Porta – a contribuire a ridurre la risposta immunitaria, prevenendo i rischi legati ad una infiammazione cronica”.

I pipistrelli sono rappresentati da più  di 1.400 specie, circa un quarto di tutte le specie di mammiferi, popolano ogni tipo di habitat e sono gli unici mammiferi capaci di combattere in modo prolungato. Alcune specie sono capaci di andare in letargo durante l’inverno, mentre durante il giorno la maggior parte di loro riduce la propria attività  ed entra in torpore per cacciare all’alba, quando la temperatura esterna è più  bassa e il cibo è più  abbondante.

Post correlati

Lascia un commento

*