Home » Medicina » Coronarie: stenting della carotide o endoarteriectomia carotidea?

Coronarie: stenting della carotide o endoarteriectomia carotidea?

(Reuters Health) – Il livello di sicurezza dello stenting dell’arteria carotide (Cas) sembra essere simile a quello dell’endoarteriectomia carotidea (Cea) nei pazienti con e senza malattia coronarica (Chd).

È quanto emerge dai risultati del Carotid Stenosis Trialists’ Collaboration pubblicati da Stroke.

I risultati hanno anche dimostrato che, mentre lo stent può essere sicuro come l’endarterectomia fino ai 75 anni in pazienti con malattia coronarica, per quelli senza malattia coronarica i rischi delle due procedure sono gli stessi fino ai 70 anni.

Lo studio
Jacoba P. Greving dell’University Medical Center di Utrecht (Olanda) e il suo team hanno utilizzato dati provenienti da quattro studi randomizzati di confronto tra stenting e endoarteriectomia, per valutare l’associazione tra età e rischi procedurali di ictus o morte stratificati per storia di malattia coronarica.

Tra i 4486 pazienti nelle analisi per protocollo, il rischio di ictus o morte a 30 giorni è stato costantemente più alto dopo stenting dell’arteria carotide rispetto a endoarteriectomia carotidea, sia nei pazienti con malattia coronarica (8,3% rispetto a 4,6%), sia in quelli senza (6,9% rispetto a 3,6 %)

L’età ha influenzato il rischio relativo. Nei pazienti senza malattia coronarica, il rapporto di rischio tra le due procedure è aumentato con l’avanzare dell’età, da pari rischio per i pazienti di età inferiore ai 70 anni a rischio aumentato con stenting dell’arteria carotida di età compresa tra 70 e 74 anni, e oltre 75 anni.

Al contrario, tra i pazienti con malattia coronarica, il rapporto di rischio tra le due procedure è risultato uguale prima dei 70 anni e tra i 70 e i 74 anni, mentre il rischio con stenting dell’arteria carotide era superiore oltre i 75 anni.

Fonte: Stroke
Reuters Staff
(Versione italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*