Contro i crampi muscolari si può bere l’acqua elettrolitica

Se si soffre di crampi muscolari più che bere acqua “semplice” la soluzione potrebbe passare attraverso l’acqua potenziata con gli elettroliti, minerali tra cui sodio, potassio, magnesio e cloruro, essenziali per la salute dei muscoli. A dirlo è uno studio condotto dalla Edith Cowan University che è stato pubblicato sul Journal of the International Society of Sports Nutrition.

I ricercatori hanno notato come questo genere di acqua renda meno suscettibili ai crampi muscolari, una  condizione dolorosa comune che colpisce molte persone, tra cui circa il 39% dei maratoneti, il 52% dei giocatori di rugby e il 60% dei ciclisti. Ken Nosaka, uno degli studiosi che ha condotto l’analisi, ha iniziato a ricercare le cause dei crampi muscolari dopo averne sofferto regolarmente mentre giocava a tennis.

Il lavoro ha coinvolto 10 uomini che hanno corso su un tapis roulant in discesa in una stanza calda (a 35°C) per 40-60 minuti, con l’obiettivo di perdere dall’1,5 al 2% del loro peso corporeo attraverso il sudore. I partecipanti hanno ricevuto una stimolazione elettrica sui polpacci per indurre proprio i crampi muscolari. Più bassa è stata la frequenza della stimolazione elettrica, più l’atleta è stato soggetto a crampi muscolari. “Abbiamo scoperto che la frequenza elettrica necessaria per indurre i crampi aumentava quando le persone bevevano l’acqua elettrolitica, ma diminuivano quando consumavano acqua naturale”, ha detto Nosaka. “Questo – aggiunge – indica che i muscoli diventano più inclini ai crampi bevendo acqua naturale, ma più immuni ai crampi muscolari bevendo l’acqua elettrolitica”.

Post correlati

Lascia un commento

*