Cnr: realizzata valvola aortica di nuova generazione e mininvasiva

chirurgiaUna valvola aortica di nuova generazione, impiantabile con tecniche di chirurgia mininvasiva attraverso un braccio robotico e creata con una tecnologia spray e stampa 3D. Il tutto sarà possibile grazie al progetto ValveTech, di cui è coordinatore Giorgio Soldani, dell’Istituto di Fisiologia Clinica del Consiglio Nazionale delle Ricerche (IFC-CNR) di Massa.

Il progetto e le valvole polimeriche
”ValveTech mira a superare l’intervento a torace aperto e guarda alla chirurgia mininvasiva e alla realizzazione di una valvola personalizzata in base all’anatomia valvolare specifica del paziente”, spiega Soldani. Si tratta di valvole polimeriche di nuova concezione, pensate per ovviare a tutti i limiti e a le criticità dei dispositivi cardiovascolari attualmente in uso.

”Parliamo principalmente di condizioni di flusso non fisiologiche e obbligo di terapie anticoagulanti per le valvole meccaniche, di problemi di calcificazione e durata per le biologiche. E poi c’è il costo, considerevole – rileva l’esperto – che il progetto ValveTech mira a contenere attraverso sia il materiale di impiego, un mix di policarbonato uretano e silicone, sia la tecnica di fabbricazione, che parte da calchi e prototipi attraverso la tecnologia spray”.

”L’interesse concreto di imprese o fondi di venture capital potrebbe essere cruciale per arrivare con successo alla sperimentazione clinica. Il progetto – spiega Soldani – prevede un significativo investimento iniziale in tecnologia, che potrebbe essere ampiamente ripagato dai minori costi dei dispositivi realizzati, dalla minore invasività dell’intervento chirurgico e quindi dalla riduzione della morbilità postoperatoria. Il futuro – conclude – va nella direzione di dispositivi biomedici sempre più personalizzati ed applicabili”.

Post correlati

Lascia un commento

*