ulcera-reflusso

Reflusso per il non gastroenterologo: come trattare con successo

Il reflusso gastroesofageo è una patologia complessa. I sintomi di bruciore precordiale possono aiutare a riscontrarla, ed il test del pH rappresenta il cardine della valutazione dei sintomi, il che include anche monitoraggio di 24 ore o più per rilevare esposizioni patologiche agli acidi.…

Leggi

Gastroparesi diabetica: patogenesi, presentazione e nuove terapie

La gastroparesi diabetica si definisce come ritardo dello svuotamento gastrico senza ostruzione meccanica nel contesto del diabete. I sintomi di questa patologia variano dal lieve gonfiore a gravi episodi di vomito, e possono determinare ricoveri frequenti ed una scarsa qualità della vita. Si sospetta…

Leggi

Reflusso: monitoraggio ambulatoriale guida sospensione PPI

La terapia con PPI non riesce ad apportare un adeguato controllo dei sintomi nel 50% dei pazienti con reflusso gastroesofageo. Per quanto una certa proporzione di essi necessiti di proseguire il trattamento con PPI, non è disponibile alcun approccio diagnostico per identificare i candidati…

Leggi

Motilità esofagea inefficace: utile chirurgia laparoscopica antireflusso

Il reflusso gastroesofageo è una comune patologia cronica del tratto gastrointestinale che interessa più del 50% della popolazione USA. Lo sviluppo del reflusso potrebbe essere associato ad una motilità esofagea inefficace (IEM), ma l’impatto della motilità esofagea sugli esiti successivi alla chirurgia antireflusso laparoscopica,…

Leggi

Sindrome da stress post-prandiale: agopuntura allevia sintomi

L’agopuntura potrebbe aiutare a migliorare o eliminare i sintomi della sindrome da stress post-prandiale, fra cui figurano sensazioni sgradevoli di pienezza e gonfiore. Lo suggerisce uno studio randomizzato condotto su 278 pazienti da Jing Wen-Tang dell’università di medicina cinese di Beijing, secondo cui i…

Leggi

PPI connessi a rischio CoVid-19

I soggetti che fanno uso di PPI potrebbero avere maggiori probabilità di contrarre il CoVid-19. Alla luce di questo dato, i medici potrebbero considerare quali pazienti necessitino realmente di potenti farmaci antiacidi, come affermato da Brennan Spiegel del Cedars Sinai Medical Center di Los…

Leggi

Scleroderma: essenziali i questionari sul reflusso

Ogni reumatologo dovrebbe trovarsi a suo agio nell’uso di una scala convalidata per i sintomi gastrointestinali atta a valutare il reflusso gastroesofageo nei pazienti con scleroderma, come affermato da Tracy Frech dell’università dello Utah, autrice di uno studio condotto su 116 pazienti. Circa il…

Leggi

Chirurgia bariatrica ed incidenza delle complicazioni esofagee

Alcuni interventi bariatrici sono stati associati all’incremento dei sintomi da reflusso gastroesofageo, ma sussistono dati limitati sui cambiamenti a lungo termine a livello dell’esofago con le varie procedure bariatriche, nonché sull’impatto di questi interventi sulle patologie esofagee preesistenti. E’ stato dunque effettuato uno studio…

Leggi

Diagnosi linguali come indici di reflusso gastroesofageo

Le diagnosi linguali della medicina tradizionale cinese possono rispecchiare lo status degli organi interni, ma non sono disponibili evidenze sull’accuratezza di questo metodo per il reflusso gastroesofageo; è stato dunque condotto uno studio per investigare l’associazione fra reflusso e manifestazioni linguali, tentando di accertare…

Leggi

Dilatazione anello sfinterico magnetico: sicurezza ed efficacia

Il dispositivo per il potenziamento sfinterico magnetico (MSA) apporta un sollievo efficace ai sintomi del reflusso gastroesofageo. La disfagia a seguito dell’impianto di un MSA talvolta richiede la dilatazione endoscopica. Secondo le istruzioni dei costruttori, essa dovrebbe essere praticata a distanza di almeno 6…

Leggi