sangue-coagulazione

Coagulazione intravascolare disseminata e disordini di base

La coagulazione intravascolare disseminata (CID), una forma di attivazione sistemica della coagulazione, si presenta con molteplici manifestazioni cliniche e di laboratorio. Un recente documento edito dalla International Society on Thrombosis and Ahemostasis (ISTH) ha esaminato l’importanza dell’identificazione del disordine di base che causa la…

Leggi

Trombosi e malattie infiammatorie intestinali nell’era dei JAK-inibitori

I pazienti con malattie infiammatorie intestinali presentano un incremento del rischio di trombosi. L’interazione fra infiammazione e coagulazione è stata studiata intensivamente: è ben noto che alcuni farmaci possano influenzare il sistema emostatico, ma rimangono in piedi diverse perplessità sull’associazione fra terapie e d…

Leggi

CoVid-19, coagulazione ed esercizio

La tempesta di citochine proinfiammatorie associata al CoVid-19 influenza negativamente il sistema ematologico, portando ad attivazione della coagulazione ed a disfunzioni endoteliali, ed incrementando pertanto il rischio di trombosi venose ed arteriose. E’ stato riportato che le coagulopatie sono associate alla mortalità nei soggetti…

Leggi

Emorragie post-parto: sostanze endogene causano coagulopatie

Le emorragie post-parto sono associate a morbidità e mortalità materna. Una diagnosi accurata della causa delle emorragie puerperali è importante quanto le strategie terapeutiche per la resuscitazione, ed è stato riportato un caso di disordine della coagulazione causato da sostanze endogene simili all’eparina in…

Leggi

Emicizumab: un anticorpo bispecifico per il trattamento dell’emofilia A

L’emofilia A, caratterizzata da un fattore VIII inefficace o assente, è una grave patologia emorragica che comporta eventi acuti gravi e potenzialmente pericolosi per la sopravvivenza. L’attuale standard terapeutico implica ancora la sostituzione del fattore VIII, ma viene spesso complicata dalla comparsa di autoanticorpi…

Leggi

Funzionalità piastrinica durante l’ossigenazione a membrana extracorporea

L’ossigenazione a membrana extracorporea (ECMO) è una forma di circolazione extracorporea impiegata per gestire i pazienti con grave insufficienza circolatoria o respiratoria. Essa è associata sia ad un elevato tasso emorragico che al rischio di trombosi, essenzialmente in conseguenza dei fenomeni di interfaccia sangue-biomateriale,…

Leggi

Anemia falciforme: ok CHMP dell’EMA a crizanlizumab

Il Comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) dell’Agenzia Europea per i medicinali (EMA) ha adottato un parere positivo, raccomandando l’Autorizzazione all’Immissione in Commercio condizionata di crizanlizumab per la prevenzione delle crisi vaso-occlusive (VOC) ricorrenti e delle conseguenti crisi dolorose nei pazienti con…

Leggi