Sangue & coagulazione

Anemia: un selfie alle unghie per monitorarla

(Reuters Health) – Un selfie alle unghie per monitorare l’anemia cronica o per capire se si è anemici. È quanto promette un algoritmo sviluppato da un gruppo di ricercatori di Atlanta che ...

Approfondisci
Deficit acquisito di fattore XIII: una rara causa di gravi emorragie

Il fattore XIII è una proteina aggregante del plasma coinvolta nella stabilizzazione del coagulo. I gravi deficit di fattore XIII possono presentarsi con emorragie gravi o anche fatali, ma gli ...

Approfondisci
Emorragie refrattarie nei non emofiliaci: efficace rFVIIa

Le emorragie massive rappresentano una delle cause di mortalità più comunemente passibili di azioni d’emergenza, ma la ricerca dell’agente emostatico ideale in corso di un’emorragia ...

Approfondisci
Emofilia acquisita: aPCC o rFVIIa per il trattamento?

L’emofilia A acquisita (AHA) rappresenta una patologia emorragica autoimmune caratterizzata da morbidità e mortalità significative. I pazienti con AHA emorragici caratterizzati da elevati ...

Approfondisci
Sepsi infantile: parametri infiammatori e della coagulazione connessi alla sopravvivenza

La sepsi è associata a variazioni dei parametri infiammatori e della coagulazione. Dato che alcuni fattori della coagulazione sono coinvolti nella difesa dell’ospite contro infezione ed ...

Approfondisci
Nuovo prodotto emostatico a base di piastrine liofilizzate considerato sicuro

Le emorragie causano una significativa morbidità e mortalità nei soggetti al di sotto dei 65 anni. Un agente emostatico basato su piastrine liofilizzate (o Thrombosomes) ha dimostrato efficacia ...

Approfondisci
CID cronica: efficace l’apixaban

Le caratteristiche della CID comprendono il rischio contrario di emorragie dovuto a coagulopatia consuntiva ed iperfibrinolisi, ed insufficienza d’organo legata alle diffuse trombosi ...

Approfondisci
Caffeina aumenta la risposta protrombotica all’esercizio, ma non quella fibrinolitica

La caffeina, un popolare integratore ergogenico, induce cambiamenti neurali e vascolari che potrebbero influenzare la coagulazione e la fibrinolisi sia a riposo che durante l’esercizio. ...

Approfondisci
Gestione dei rari disturbi della coagulazione nel 2018

I rari disordini emorragici comprendono deficit ereditari dei fattori I (gibrinogeno), II (protrombina), V, VII, X, XI e XIII, nonché della combinazione di fattori V e VIII e dei fattori ...

Approfondisci
Emofilia A: emicizumab previene episodi emorragici

L’emofilia A è un disordine emorragico X-linked causato da difetti nel gene che codifica il fattore VIII. La profilassi di routine con fattore VIII esogeno richiede iniezioni endovenose ...

Approfondisci