Oncologia & Nutrizione

Pazienti oncologici e Covid-19. Carmine Pinto (Clinical Cancer Centre Reggio Emilia): “Indispensabili percorsi dedicati”

Comunicazione, informazione e misure di protezione adeguate. E poi ancora percorsi organizzativi volti a garantire ad operatori sanitari e pazienti oncologici di proseguire le cure in totale ...

Approfondisci
Nutrizione clinica. In Italia ancora scarsa attenzione nei malati oncologici: lo studio italiano

La nutrizione clinica nei malati oncologici è associata a risultati positivi in termini di sopravvivenza soprattutto nei pazienti con malattia avanzata ma ancora curabile, con tumore ...

Approfondisci
Associazione tra stabilità del peso, caratteristiche della PN e sopravvivenza, nei pazienti con tumore del colon-retto

L’indice di massa corporea (BMI) e la stabilità di peso possono essere utili a predire la sopravvivenza dei pazienti oncologici che ricevono nutrizione parenterale (PN). A evidenziarlo è ...

Approfondisci
Nutrizione parenterale domiciliare: fattori predittivi di sopravvivenza

La sopravvivenza complessiva dei malati oncologici trattati con nutrizione parenterale domiciliare (HPN) è significativamente correlata alle caratteristiche del paziente all’inizio del ...

Approfondisci
Sarcopenia nei pazienti con cancro del colon-retto: una review

Un approccio che includa supporto nutrizionale ed esercizio fisico potrebbe contribuire al mantenimento della massa muscolare nei pazienti con tumore del colon-retto (CRC). Inoltre, condurre uno ...

Approfondisci
Nutrizione artificiale: un questionario per gli infermieri per guidare le scelte migliori

Un team di ricercatori italiani, guidato da Beatrice Albanesi del Dipartimento di Biomedicina e Prevenzione dell’Università di Roma ‘Tor Vergata’, ha adattato alle esigenze del ...

Approfondisci
Nutrizione parenterale nei malati terminali: l’esperienza di un ospedale greco

Somministrare la nutrizione parenterale totale (TPN) nei malati terminali di cancro non è una terapia da considerarsi ‘esagerata’. Una volta presa la decisione di condurre una TPN su ...

Approfondisci
HPN: iperglicemia la complicanza più frequente nei pazienti con cancro gastrointestinale

La complicanza più frequente tra i pazienti con tumore gastrico trattati con la nutrizione parenterale domiciliare (HPN) è l’iperglicemia. Per questo, è importante porre maggiore ...

Approfondisci
Nutrizione parenterale domiciliare non comporta un onere sostanziale per il paziente

L’uso della nutrizione parenterale domiciliare nei pazienti oncologici con ostruzione intestinale maligna che hanno perso la loro autonomia nutrizionale e hanno sviluppato insufficienza ...

Approfondisci
Servono nuovi strumenti per valutare lo stato nutrizionale dei pazienti

Come si valuta lo stato nutrizionale della popolazione e delle persone in base alle diverse condizioni patologiche? Secondo uno studio condotto da un gruppo di ricercatori spagnoli gli strumenti ...

Approfondisci