Oncologia & Nutrizione

Tumore gastrico: effetto della nutrizione parenterale dopo intervento chirurgico

La nutrizione parenterale dopo intervento chirurgico per tumore gastrico potrebbe migliorare in modo significativo lo stato psicologico e nutrizionale del paziente, oltre che qualità di vita e ...

Approfondisci
Nutrizione parenterale a casa: nel costo totale, costi sanitari i più importanti

Rispetto ai costi non-sanitari, quelli sanitari sarebbero i più rappresentati nel calcolo delle spese associate alla nutrizione parenterale a casa (HPN). In particolare, i costi maggiori ...

Approfondisci
Tumore ovarico con ostruzione intestinale: NPD utile soprattutto per restare in ambiente familiare

Le pazienti con ostruzione intestinale dovuta a tumore ovarico e coloro che se ne prendono cura riconoscono l’importanza della nutrizione parenterale domiciliare (NPD), soprattutto per il fatto ...

Approfondisci
La nutrizione artificiale come supporto alle cure del paziente oncologico. L’esperienza dell’Ospedale Molinette di Torino

La malnutrizione calorico proteica, è una condizione frequente nei soggetti con patologia oncologica e può insorgere sia come conseguenza della malattia che in seguito alle stesse terapie ...

Approfondisci
Tumore gastrointestinale: associare nutrizione parenterale nel lungo termine migliorerebbe efficacia trattamento

Nei pazienti più anziani con tumore gastrointestinale, l’uso della nutrizione parenterale, almeno associata a quella enterale, darebbe maggiori benefici nutrizionali e clinici, soprattutto ...

Approfondisci
Tumore avanzato: analisi impedenza bioelettrica utile per valutare efficacia nutrizione parenterale

Dopo 90 giorni di nutrizione parenterale domiciliare (HPN), i pazienti oncologici in chemioterapia avrebbero avuto un miglioramento dello stato nutrizionale, della performance, del punteggio di ...

Approfondisci
Nutrizione artificiale non avrebbe impatto su metabolismo glucosio di cellule tumorali

Nei pazienti con cachessia affetti da tumore di testa e collo o esofageo, la nutrizione artificiale somministrata secondo le attuali linee guida non avrebbe impatto sul metabolismo del glucosio ...

Approfondisci
Caccialanza: “Supporto nutrizionale parenterale precoce per 7 giorni efficace in pazienti oncologici malnutriti”. Lo studio italiano

Apportare un supporto nutrizionale parenterale in pazienti oncologici, ospedalizzati con carenze nutrizionali per un periodo di 7 giorni, equivalente ad una degenza media, può permette di ...

Approfondisci
Oncologia&Nutrizione N° 1

Da oggi è disponibile lo sfogliabile. Clicca sul pulsante “CONSULTA LO SFOGLIABILE”

Approfondisci
Nuovi ricoveri: marker di qualità di vita in pazienti con tumore avanzato e in nutrizione parenterale a casa

Una volta dimessi con una terapia di nutrizione parenterale da seguire a casa, i pazienti con tumore avanzato andrebbero incontro a diversi nuovi ricoveri, che sarebbero però da attribuire ...

Approfondisci