Colesterolo & coronaropatie

CoVid-19 e sistema cardiovascolare

La recente pandemia di CoVid-19 ha portato alla luce una nuova sfida nella battaglia contro i focolai di nuove infezioni virali, ed è stata dichiarata un’emergenza sanitaria pubblica di ...

Approfondisci
Fibrillazione atriale ed ablazione: indice predice rischio coronaropatie future

Non è ancora noto se l’ablazione con catetere per la fibrillazione atriale riduca o meno le coronaropatie acute future, o se l’indice CHA2DS2-VASc abbia un ruolo nella previsione del ...

Approfondisci
Coronaropatie acute: rapporto piastrine/linfociti predice mortalità a lungo termine

L’arteriosclerosi è un processo infiammatorio cronico, e l’infiammazione è una componente importante delle coronaropatie acute. Il rapporto piastrine/linfociti (PLR) rappresenta un utile ...

Approfondisci
Coronaropatie stabili: nessun beneficio con PCI e chirurgia

La rivascolarizzazione coronarica non conferisce alcun beneficio in termini di sopravvivenza rispetto alla terapia medica per i pazienti con cardiopatica ischemica stabile, ma riduce l’angina ...

Approfondisci
Colesterolo: arriva il primo integratore con LDPL

E’ da oggi disponibile il pioniere di una nuova classe di integratori indicati per coloro che presentano valori di colesterolo border-line, ossia LDL tra 115 mg/dl a 160 mg/dL. Il nuovo ...

Approfondisci
Interventi cardiologici coronarici e strutturali durante la pandemia di CoVid-19

A causa della pandemia di CoVid-19 i laboratori di cateterizzazione hanno dovuto modificare il proprio flusso di lavoro per i pazienti elettivi e d’urgenza. Sono stati intervistati 15 medici di ...

Approfondisci
Sospette coronaropatie, ECG sotto sforzo ed ecografia carotidea

Data la bassa prevalenza delle coronaropatie ostruttive, nelle donne, i test sotto sforzo offrono un valore predittivo relativamente scarso per questa indicazione. Inoltre le scale tradizionali ...

Approfondisci
Diabete asintomatico: livelli di calcio individuano le stenosi

Nei pazienti diabetici senza sintomi cardiovascolari nonostante la presenza di alcuni fattori di rischio, l’incorporazione dei livelli di calcio coronarici nello screening delle ischemie ...

Approfondisci
Arteriosclerosi: maggiori livelli di attività connessi a mortalità ridotta

Gli anziani con un elevato carico arteriosclerotico che riportano elevati livelli di attività fisica presentano tassi di mortalità inferiori rispetto alle loro controparti che fanno poco ...

Approfondisci
Artrite reumatoide aumenta rischio cardiaco anche senza coronaropatie

Nei pazienti con artrite reumatoide potrebbero essere di particolare importanza le strategie per prevenire gli eventi cardiovascolari, incoraggiando i pazienti a smettere di fumare e rinforzando ...

Approfondisci