Home » Medicina » Cancro: le linee guida sono spesso poco chiare

Cancro: le linee guida sono spesso poco chiare

(Reuters Health) – Una revisione delle recenti linee guida in materia di cura per i malati di tumori più comuni ha rilevato alcune lacune. Spesso questi indicazioni cliniche non sono specifiche e offrono consigli contrastanti su quando o quanto spesso effettuare alcuni test. I ricercatori hanno esaminato le linee guida di assistenza ai pazienti oncologici del Nord America e in Europa pubblicate dal 2010. Esse forniscono consulenze sui modi migliori per assistere pazienti affetti dai seguenti nove tumori maligni: mammella, colon-retto, polmone, prostata, melanoma, utero, vescica, tiroide e testicolo.Sono emerse raccomandazioni ambigue nell’83% delle linee guida esaminate.

La revisione
Ryan Merkow  e colleghi, del Memorial Sloan Kettering Cancer Center di New York, hanno recensito 41 linee guida che disciplinano la sorveglianza post-trattamento e che contengono da tre a sei raccomandazioni focalizzate su ciascuno dei nove tipi di tumore esaminati. Nel complesso 37 di queste linee guida, ossia il 90% ha consigliato visite mediche e raccolte anamnestiche. La maggior parte raccomanda controlli strumentali con tecniche di imaging (83%) mentre il 63% consiglia procedure endoscopiche. il 56%, ossia 23 linee guida, si concentra sugli esami di laboratorio alla ricerca di biomarcatori per alcuni tipi di tumori. Le linee guida offrono un mix per quanto riguarda l’utilizzo di scansioni PET. Solo una delle linee guida dello studio raccomanda ai pazienti questa scansione e riguarda il cancro della vescica. Altre linee guida non prendono affatto in considerazione scansioni PET o le sconsigliano, come è il caso del 67% delle raccomandazioni che riguardano il cancro uterino e del 60% delle raccomandazioni per il cancro del polmone. Le raccomandazioni più ambigue per l’utilizzo della PET riguardano i tumori della vescica, della prostata e della mammella. Lo studio ha anche evidenziato che le linee guida europee contenevano maggiori ambiguità rispetto a quelle del Nord America.

Fonte: JAMA Intern Med 2017

 Lisa Rapaport

(Versione italiana Quotidiano Sanità/Popular Science/Nutri e Previeni/Daily Health Industry)

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

1 Responses to "Cancro: le linee guida sono spesso poco chiare"

  1. Perchè tanta insistenza sull’imaging dellaa PET, o forse anche CT-PET quando la PET è preferita dai medici internisti che nutrono ancora horror per l’imaging con Xrays?!?. Sarebbe interessante che lo studio desse le variazioni intervenuti fra 10 a addietro e il tempo attuale. peccato qst studi dovrebbero essere realizzati dai radiologi! gfeltrin

Lascia un commento

*