Home » Medicina » Cancro colon-rettale: aumenta l’incidenza tra gli under 50

Cancro colon-rettale: aumenta l’incidenza tra gli under 50

(Reuters Health) – Il cancro del colon-retto rappresenta un problema sempre più grave per i giovani adulti al di sotto dei 50 anni. Lo conferma una ricerca diretta da Boone Goodgame e pubblicata online da Cancer. I risultati dello studio, secondo i ricercatori, dovrebbero essere presi in considerazione nel dibattito in corso sull’età minima per lo screening.

Lo studio
Boone Goodgame e colleghi hanno analizzato i dati del National Cancer Database, in cui sono registrati più del 70% dei nuovi casi di cancro negli Stati Uniti. Dal 2004 al 2015, il cancro del colon-retto è stato diagnosticato a 130.165 pazienti di età inferiore ai 50 anni e a 1.055.598 pazienti di età superiore ai 50 anni.

La percentuale di pazienti con carcinoma del colon-retto diagnosticato prima dei 50 anni è aumentata dal 10% nel 2004 al 12,2% nel 2015. È aumentata anche la probabilità che ai pazienti più giovani venga diagnostico un cancro ad uno stadio più avanzato.

I ricercatori hanno calcolato una percentuale di cancro del colon retto a esordio giovanile più alta nelle popolazioni afroamericane (13,9%) e ispaniche (18,9%) rispetto ai bianchi non ispanici. L’aumento delle diagnosi di cancro del colon retto riguarda in particolar modo i giovani adulti che rientrano nelle fasce di reddito più elevate e coloro che vivono in aree urbane.

Le linee guida per lo screening per il cancro del colon retto sono attualmente oggetto di discussione.
L’American Cancer Society raccomanda lo screening a 45 anni e la US Preventive Services Task Force (USPSTF) a 50 anni. “Tuttavia, la maggior parte delle persone non segue le raccomandazioni delle linee guida; il primo passo più importante è quindi d’incoraggiare le persone a non effettuare il primo screening dopo i 50 anni”, spiega Goodgame.

Fonte: Cancer 2019

Megan Brooks

(Versione italiana per Quotidiano Sanità/Popular Science)

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*