Home » Medicina » Cancro al polmone: le bevande acide a base di cola aumenterebbero l’assorbimento di erlotinib

Cancro al polmone: le bevande acide a base di cola aumenterebbero l’assorbimento di erlotinib

polmoni(Reuters Health) – Assumere il farmaco erlotinib inibitore della tirosin chinasi, usato principalmente contro il cancro al polmone del tipo ‘non a piccole cellule’ (NSCLC), insieme a un bel bicchiere di una bevanda acida a base di cola, aumenterebbe la quota di farmaco assorbita.A dimostrarlo uno studio condotto da ricercatori dell’Erasmus University Medical Center di Rotterdam, guidati da Roelof van Leeuwen. Lo studio verrà pubblicato sul prossimo numero online del Journal of Clinical Oncology. “I farmaci protettori dello stomaco, come gli inibitori della pompa protonica, sono spesso prescritti in associazione con gli antitumorali della classe degli inibitori della tirosin-chinasi – ha detto van Leeuwen – Tuttavia, l’assunzione concomitante di questi due medicinali determina una riduzione dell’efficacia dell’antitumorale, tanto che gli oncologi sono spesso in dubbio se proseguire la terapia. Ma un bicchiere di bevanda analcolica a base di cola, aumentando l’assorbimento del farmaco, potrebbe essere una soluzione facile e pratica per consentire il proseguimento della cura”. Quando i livelli di pH nello stomaco sono alti, come nel caso di assunzione di protettori dello stomaco, erlotinib si trasforma in una forma non-ionizzata, meno solubile, con una conseguente diminuzione dell’assorbimento del farmaco. Per abbassare il pH dello stomaco, i ricercatori olandesi hanno allora pensato di somministrare erlotinib insieme a 250 ml di Coca Cola, che ha un pH pari a 2,5. Lo studio è stato condotto sia su persone che assumevano il protettore dello stomaco sia sui pazienti che assumevano il solo antitumorale.

Le evidenze dello studio clinico
Misurando l’assorbimento complessivo di erlotinib nei pazienti trattati anche con l’inibitore dello stomaco, i ricercatori hanno riscontrato un aumento dell’assorbimento pari al 39% quando il farmaco antitumorale era assunto con la Coca Cola. La concentrazione massima di erlotinib rilevata nel sangue, inoltre, risultava aumentata del 42%. L’assorbimento aumentava anche nei pazienti che non prendevano l’inibitore della pompa protonica, mentre in questi non risultava cambiata la concentrazione massima raggiunta dal’antitumorale nel sangue. Erlotinib assunto con la bevanda analcolica risulterebbe ben tollerato, inoltre, anche nei pazienti affetti da reflusso gastroesofageo. “Il motivo per cui la Coca Cola avrebbe questo effetto – ha spiegato van Leeuwen – è che lo stomaco risulta temporaneamente acidificato con l’ingestione di questa bevanda analcolica”. Secondo i ricercatori olandesi, “gli effetti delle bevande acide a base di cola potrebbero essere testati anche con altri farmaci antitumorali della classe degli inibitori delle protein-chinasi. Inoltre, altre bevande acide potrebbero avere effetti paragonabili a quelli della Coca Cola”. Tutte possibilità terapeutiche da testare, comunque, con nuovi trials clinici”

Fonte: J Clin Oncol 2016

Will Boggs MD

(Versione italiana per Quotidiano Sanità/Popular Science).

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*