Home » Medicina » Bullismo: bimbi difendono le vittime, se in famiglia si parla del problema

Bullismo: bimbi difendono le vittime, se in famiglia si parla del problema

(Reuters Health) – Uno studio statunitense – recentemente pubblicato dal Journal of Clinical Child and Adolescent Psychology – ha messo in evidenza come i bambini abbiano maggiori probabilità di intervenire durante episodi di bullismo a scuola se i genitori insegnano loro ad agire piuttosto che a rimanerne fuori.

Lo studio
I ricercatori – coordinati da Stevie Grassetti, ricercatore di psicologia presso l’Università di Delaware – hanno intervistato 1440 studenti di quarta e quinta elementare chiedendo loro come si comportavano i compagni in situazioni di bullismo. Inoltre hanno condotto interviste a casa per capire come i genitori educavano i figli in merito a potenziali incidenti. I bimbi che affermavano di intervenire contro i bulli e confortare le vittime, avevano maggiori probabilità di provenire da una famiglia che aveva educato i figli a reagire alle manifestazioni di bullismo. Allo stesso tempo, i piccoli che affermavano di volerne srare fuori avevano maggiori probabilità di diventare artefici di episodi di bullismo e meno chance di aiutare le vittime. I bimbi nello studio avevano una media di 11 anni. “I genitori possono parlare con i figli di quali esperienze potrebbero trovarsi ad affrontare nei ruoli di spettatore, bersaglio e perpetratore e aiutarli a capire come si potrebbero sentire”, sottolinea  Megan Moreno del Seattle Children’s Research Institute,non coinvolta nello studio.

Fonte: Journal of Clinical Child and Adolescent Psychology 2017

Lisa Rapaport

(Versione Italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

 

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*