Home » Archeologia » Attribuiti alla Grande armata vichinga i 260 corpi ritrovati negli anni ’80 a Repton

Attribuiti alla Grande armata vichinga i 260 corpi ritrovati negli anni ’80 a Repton

I 260 corpi rinvenuti in una sepoltura di massa scoperta negli anni Ottanta in Gran Bretagna, nel giardino di una chiesa di Repton, nel Derbyshire, potrebbero ora avere un’identità certa: sono vichinghi. Le nuove datazioni al radiocarbonio dimostrando che tutte le ossa risalgono alla fine del IX secolo dopo Cristo, proprio il periodo in cui a Repton svernò la Grande armata pagana, l’esercito vichingo proveniente dalla Scandinavia che conquistò gran parte dell’Inghilterra.

Vicino al tumulo, anche la sepoltura di quattro giovinetti tra 8 e 18 anni, probabilmente sacrificati durante il rito funebre dei guerrieri. Ad avanzare questa ipotesi è uno studio dell’Università di Bristol pubblicato sulla rivista Antiquity. Tra le ossa sono stati ritrovati diversi manufatti, come un’ascia, alcuni coltelli e cinque penny d’argento.

L’80% dei resti appartiene a uomini tra i 18 e i 45 anni, molti dei quali riportano lesioni violente. Inizialmente gli antropologi avevano pensato ai Vichinghi, ma poi le datazioni al radiocarbonio avevano fatto ipotizzare che i resti appartenessero ad epoche differenti. I ricercatori spiegano ora che l’errore era dovuto alle grandi quantità di pesce mangiate dai vichinghi: i prodotti del mare, infatti, contengono un carbonio molto più antico di quello dei prodotti vegetali e animali della terraferma, e possono quindi ‘sballare’ la datazione con quello che viene definito come l’effetto di riserva marino.

Nel sito di Repton è stata trovata anche una tomba doppia con due uomini. Il più anziano è stato seppellito con un ciondolo con la forma del martello di Thor, una spada e diversi manufatti. Prima del decesso fu colpito duramente, tanto che è ancora oggi riconoscibile una frattura al femore sinistro. Tra le gambe, durante la sepoltura, venne posizionata anche una zanna di cinghiale, una specie di ‘protesi’ per l’aldilà che doveva porre rimedio alle lesioni subite dall’apparato genitale.

Tag

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*