Home » Medicina » Attenzione ai gluten free: nella metà dei casi non è così

Attenzione ai gluten free: nella metà dei casi non è così

shutterstock_222887017Più della metà dei probiotici dedicati a chi soffre di celiachia in realtà contiene glutine. Lo ha scoperto uno studio della Columbia University, presentato a un meeting a Washington, secondo cui anche in prodotti contrassegnati dall’etichetta “gluten free” sono state trovate quantità considerevoli della proteina. I ricercatori avevano già verificato con uno studio precedente che spesso le persone con celiachia che assumevano probiotici, vedevano alcuni sintomi peggiorare.

Per capire il perché del fenomeno sono stati analizzati campioni dei 22 probiotici più venduti sul mercato Usa, acquistati sia in farmacia che sul web. In 12 campioni, otto dei quali teoricamente “gluten-free”, sono stati trovati livelli rilevabili di glutine, che in due casi erano superiori a quelli consentiti dall’Fda di 20 parti per milione. ”Anche se lo studio ha trovato che nella maggior parte dei supplementi i livelli sono molto bassi, il dato non è rassicurante – afferma al New York Times Peter Green, uno degli autori -, perché non sappiamo quante capsule siano assunte ogni giorno. Se il livello in una è di 19,8 parti per milione la si può chiamare “gluten-free”, ma se un paziente ne assume molte il livello può superare quello che causa danni. La cosa da chiedersi è perché questi prodotti contengono glutine?.

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*