Home » Medicina » Attacco cardiaco: attenzione a non sottovalutare i sintomi levi

Attacco cardiaco: attenzione a non sottovalutare i sintomi levi

(Reuters Health) – Quando i sintomi di un attacco cardiaco iniziano gradualmente e non sono successivi a uno sforzo, i pazienti hanno difficoltà a riconoscerne la gravità e si recano in pronto soccorso in ritardo, rischiando così di perdere una finestra oraria importante per preservare la funzione cardiaca.

È quanto emerge da uno studio condotto negli USA dal team coordinato da Sahereh Mirzaei dell’Università dell’Illinois di Chicago.

Lo studio
Gli autori hanno analizzato i dati relativi a pazienti partecipanti a un più ampio studio sul cuore condotto in diversi Stati degli USA.

Successivamente si sono focalizzati su 343 uomini e 131 donne, di età compresa tra i 29 e i 93 anni, ricoverati in pronto soccorso e per una sindrome coronarica acuta, successivamente confermata.

Quasi la metà dei rispondenti, il 44%, ha segnalato un’insorgenza graduale dei sintomi; il resto sintomi improvvisi. Inoltre, la metà dei pazienti ha impiegato quattro o più ore prima di andare in ospedale.

Quelli i cui sintomi si erano presentati gradualmente hanno impiegato fino a sei ore in più degli altri pazienti per chiedere un aiuto medico e recarsi in ospedale.

In un attacco cardiaco improvviso, i pazienti manifestano un forte dolore fin dall’inizio. Invece, i sintomi di un attacco graduale – leggero malessere, difficoltà a respirare e tensione al torace – non sono così netti, come sottolineano gli autori dello studio.

“I sintomi possono apparire e scomparire, ma la patologia cardiaca no. Conoscete i vostri sintomi e cercate assistenza medica immediatamente”, conclude l’autrice principale dello studio, Sahereh Mirzaei.

Fonte: European Journal of Cardiovascular Nursing
Vishwadha Chander
(Versione Italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*