Home » Medicina » Asma: antifungini efficaci sui sintomi respiratori

Asma: antifungini efficaci sui sintomi respiratori

asma(Reuters Health) – Secondo una recente ricerca statunitense, i trattamenti antifungini sembrano diminuire i sintomi respiratori nei pazienti con asma, sinusite cronica o entrambe la patologie.Lo studio – condotto da Evan Li del Baylor college of Medicine di Houston, in Texas – ha incluso 134 pazienti, 112 dei quali mostravano colture fungine positive. Di questi, 75 sono stati trattati con la terapia antifungina, sia voriconazolo, terbinafina, fluconazolo o con una combinazione di antifungini. Tredici dei partecipanti sono stati persi al follow-up. Più del 87% ha risposto al trattamento; 54 pazienti su 62 dei quali erano disponibili i dati di follow-up. La metà di questi mostrava una riduzione dell’espettorato, più di un terzo respirava meglio, quasi un terzo riferiva una riduzione della tosse e il 14,5% dichiarava di aver utilizzato  meno frequentemente gli inalatori di salvataggio. Solo nove su 55 pazienti (16%) che hanno subito uno scratch test sono risultati positivi per una reazione allergica ai funghi. “Dato che siamo stati in grado di trovare la crescita di funghi ad un livello così elevato (oltre il 80%) che era tra l’altro così discordante con gli stessi test delle IgE (16%), si ritiene oggi che l’infezione fungina si sviluppi attraverso un percorso che è indipendente  dagli anticorpi IgE. Gli allergologi sono troppo concentrati sui test di sensibilità delle IgE e stiamo sostenendo che, almeno in termini di funghi, vi possano essere altre vie di sviluppo dell’infezione al di fuori delle IgE, che possono portare alle manifestazioni della malattia”, ha detto Li. Sono dunque necessarie ulteriori ricerche sulla terapia antifungina.

Più del 80% dei pazienti con una o entrambe queste condizioni aveva culture espettorato positivo per il fungo. E di questi, l’87% ha risposto al trattamento antimicotico, secondo i dati presentati in occasione della riunione annuale della American Academy of Allergy, Asthma and Immunology a Los Angeles. “Abbiamo anche evidenziato che la produzione di IgE totali in un piccolo sottogruppo di pazienti è diminuita nel corso del tempo, mentre erano in terapia antifungina. Crediamo che questo suggerisca che i funghi possano svolgere un ruolo importante nello sviluppo di allergie e che i funghi possano essere il fattore trainante dello sviluppo di tutti i tipi di allergie, ” ha concluso Evan Li del Baylor college of Medicine di Houston.

Fonte: J Allergy Clin Immunol 2016

Rob Goodier

(Versione italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

 

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento


*