Home » Archeologia » All’uomo di Neanderthal piacevano le verdure

All’uomo di Neanderthal piacevano le verdure

Gli uomini di Neanderthal erano onnivori: non mangiavano soltanto carne, come ipotizzato finora, ma nei loro ‘menu” facevano capolino di tanto in tanto anche vegetali come tuberi, noci e bacche. Lo dimostrano i resti fossili delle feci, risalenti a 50.000 anni fa, che sono stati ritrovati nel sito spagnolo di El Salt. I risultati delle analisi sono pubblicati su Plos One dai ricercatori del Massachusetts Insitute of Technology (Mit) di Boston in collaborazione con l’universita’ spagnola di La Laguna.

I cinque campioni al centro dello studio rappresentano probabilmente i piu’ antichi resti di feci umane mai ritrovati finora. Analizzando la loro composizione chimica, i ricercatori sono riusciti per la prima volta a risalire in maniera indiretta agli alimenti consumati dai Neanderthal. Innanzitutto carne, molta carne: a dirlo e’ la presenza di elevati livelli di corpostanolo, una molecola che deriva dalla distruzione del colesterolo di origine animale per opera dei batteri dell’intestino. 

Oltre a questa sostanza, pero’, nelle feci e’ stata rinvenuta anche la presenza di 5-beta-stigmastanolo, una molecola prodotta dalla scissione dei fitosteroli contenuti nelle piante. Alla luce di questi dati, i ricercatori affermano che la dieta dei Neanderthal era fondamentalmente carnivora, ma di tanto in tanto veniva arricchita con tuberi, noci e bacche. ”Crediamo che i Neanderthal si nutrissero di quello che era disponibile nelle diverse situazioni, stagioni e condizioni climatiche”, conclude la coordinatrice dello studio Ainara Sistiaga.

Lucia Limiti

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*