Home » Medicina » Allattamento: la durata è anche una questione socio-economica

Allattamento: la durata è anche una questione socio-economica

allattamento(Reuters Health) – Le madri con maggiori risorse sociali e finanziarie allattano mediamente più a lungo rispetto a quelle con meno supporto. Lo afferma uno studio tedesco pubblicato su ‘Pediatrics’, in cui i ricercatori hanno seguito due gruppi di donne che hanno partorito in Germania a circa un decennio di distanza osservando che, nel tempo, le donne sono diventate più propense ad allattare per un periodo compreso tra i quattro e i sei mesi. Tuttavia, questo si è osservato solo nelle donne più istruite.
Tra le madri con un titolo di studio inferiore, gli scienziati hanno visto una propensione a continuare la pratica solo dopo aver considerato fattori che possono intralciare l’allattamento, come un taglio cesareo o il fumo. “Le donne meno istruite sono meno propense a superare queste barriere facilmente come quelle con un livello di istruzione più alto – sostiene Dietrich Rothenbacher della Ulm University e coautore dello studio – Se queste non fossero esistite, avremmo osservato un miglioramento simile anche nei modelli di allattamento degli strati della popolazione più bassi”.

Lo studio
Rothenbacher e colleghi hanno analizzato i dati di un reparto di maternità su 989 donne che hanno partorito nel 2000-2001 e 856 che hanno avuto un figlio nel 2012-13. Rispetto al primo gruppo, le donne del secondo hanno avuto il 21% di probabilità in meno di interrompere l’allattamento entro i quattro mesi e il 29% in meno di fermarsi entro i sei. Tuttavia, le donne con meno di 12 anni di istruzione hanno fatto registrare un minore allungamento nel tempo del periodo di allattamento: le mamme con minore istruzione hanno avuto appena l’8% di probabilità in meno di interrompere l’allattamento entro i quattro mesi, contro il 24% delle donne più istruite.
Un limite dello studio è che i ricercatori non hanno raccolto le abitudini familiari sull’allattamento e nessuna condizione medica che potrebbe aver influenzato la durata del periodo dell’allattamento, notano gli autori stessi. Le disparità potrebbero essere diverse negli Stati Uniti, dove la mancanza del congedo retribuito e le differenze nell’accesso a orari di lavoro flessibili potrebbero lasciare le donne povere con minor supporto per l’allattamento rispetto a madri con più mezzi, sostiene Jennifer Pitonyak, ricercatrice alla University of Washington che non è stata coinvolta nello studio. “Continuare a allattare un bambino è difficile se manca il sostegno adeguato, in particolare per le donne con livelli più bassi di istruzione e di reddito, che avrebbero bisogno di tornare al lavoro il prima possibile per supportare economicamente la propria famiglia”, aggiunge Pitonyak.
I cambiamenti nella politica pubblica o nelle norme sociali in Germania, inoltre, potrebbero non rispecchiare quello che è successo in altri Paesi, ha osservato Ruth Newby, ricercatore presso la University of the Sunshine Coast nel Queensland (Australia) che non è stato coinvolto nello studio.

Fonte: Pediatrics 2016

Lisa Rapaport

(Versione italiana Quotidiano Sanità/Popular Sciences) 

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*