Allarme Onu: 80 mln di bambini senza vaccini a causa del COVID-19

(Reuters Health) – Circa 80 milioni di bambini in tutto il mondo potrebbero essere a rischio di malattie prevenibili con il vaccino come la difterite, il morbillo e la polio a causa dell’interruzione dell’immunizzazione di routine durante la pandemia di Covid-19.

È quanto riportano le agenzie dell’Onu e la Gavi Alliance, l’organizzazione mondiale nata con lo scopo di favorire l’accesso ai vaccini, in una dichiarazione congiunta in vista del vertice globale sui vaccini fissato per il 4 giugno.

I dati mostrano che “la fornitura di servizi di immunizzazione di routine è sostanzialmente ostacolata in almeno 68 Paesi ed è probabile che colpisca circa 80 milioni di bambini di età inferiore a un anno che vivono in queste Nazioni”, scrivono l’Organizzazione Mondiale della Sanità, il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia (Unicef) e la Gavi Alliance

Restrizioni di viaggio, ritardi nelle consegne dei vaccini, riluttanza di alcuni genitori a lasciare le proprie case per paura dell’esposizione al coronavirus e mancanza di operatori sanitari disponibili, sono stati i fattori alla base quella che è stata un’interruzione “senza precedenti” su scala globale da quando, negli anni ’70, sono iniziati i programmi di vaccinazione di massa.

“Non possiamo lasciare che la lotta contro una malattia vada a scapito dei progressi a lungo termine conseguiti nella lotta contro altre malattie – osserva Henrietta Fore, direttore esecutivo dell’Unicef – I programmi di vaccinazione devono ricominciare il più presto possibile o rischiamo di accendere un altro focolaio mortale”.

Fonte: Reuters Health News
(Versione italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

Post correlati

Lascia un commento

*