Adolescenti e alcol: il colloquio motivazionale può ridurre il consumo

(Reuters Health) – Da una metanalisi di studi randomizzati emerge l’evidenza che il colloquio motivazionale può contribuire a ridurre la frequenza di consumo di alcool da parte degli adolescenti.

I ricercatori del Center for Evidence Synthesis in Health della Brown University di Providence, Rhode Island, hanno esaminato i dati provenienti da 22 studi che hanno valutato l’efficacia degli interventi comportamentali negli adolescenti con problemi di uso di sostanze, tra cui alcol o cannabis.

Rispetto al trattamento abituale, il colloquio motivazionale ha ridotto i giorni complessivi di consumo di alcool di 1,1 giorni al mese, ha limitato i giorni di “pesante consumo” di alcool a 0,7 giorni al mese e ha prodotto una differenza media netta di 0,5 nei problemi generali legati all’uso di sostanze.

“I nostri risultati supportano ulteriormente una più ampia implementazione del colloquio motivazionale in adolescenti con consumo di alcool problematico nell’ambito di uno screening, di un breve intervento e/o di un avviamento al trattamento”, osserva Dale Steele, autore dello studio, “Anche brevi interventi motivazionali, di una o due sedute, possono aiutare gli adolescenti a ridurre il loro consumo di alcool”.

Fonte: Pediatrics
Lisa Rapaport
(Versione Italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

Post correlati

Lascia un commento

*