Home » Medicina » Acne: adolescenti a maggior rischio comportamenti autolesionistici

Acne: adolescenti a maggior rischio comportamenti autolesionistici

(Reuters Health) – Gli adolescenti con acne hanno maggiori probabilità di avere comportamenti autolesionistici rispetto ai coetanei che non hanno la patologia cutanea. È quanto emerge da un piccolo studio condotto in Turchia da Funda Ozyay Eroglu dell’Università Suleyman Demirel, a Isparta e pubblicato online l’11 luglio in Journal of Cosmetic Dermatology.

Lo studio
Gli adolescenti con acne sono più vulnerabili nei confronti dei problemi emotivi e comportamentali, ma la relazione tra acne e comportamento autoaggressivo (SIB) non era stata ancora studiata. Gli autori hanno valutato comorbidità psichiatriche, SIB, probabilità di suicidio e fattori correlati in 104 adolescenti con acne e in 102 controlli corrispondenti per età e sesso. Nel gruppo interessato da acne, il 52,9% dei soggetti era affetto da una forma lieve, il 32,7% da una forma moderata e il 14,4% da una forma grave. Complessivamente, il 37,5% degli adolescenti con acne aveva almeno una diagnosi psichiatrica, contro il 15,7% del gruppo di controllo (P <0,001). Le diagnosi più comuni includevano disturbo d’ansia generalizzato, disturbo da stress post-traumatico (PTSD), disturbo depressivo maggiore e bulimia nervosa. Il punteggio di qualità della vita dei soggetti con acne (AQLS) era significativamente correlato con la comorbilità psichiatrica. Gli adolescenti con acne e una diagnosi psichiatrica avevano significativamente più probabilità di avere un’autostima da bassa a moderata rispetto agli adolescenti con diagnosi psichiatrica del gruppo di controllo (74,4% vs 43,8%). Erano anche meno soddisfatti della vita e più soli.

I risultati
Il 41,3% ha riferito comportamenti autoaggressivi (SIB), rispetto al 20,6% del gruppo di controllo (P = 0,001). “Nel nostro studio, il tipo più comune di SIB negli adolescenti con acne vulgaris era impedire la guarigione delle ferite, seguita dallo strappo di capelli e da pizzicotti. Si ttratta di forme per lo più lievi di SIB”. Tra i pazienti con acne che hanno segnalato SIB, la qualità della vita era significativamente associata a disperazione e ostilità. Sette partecipanti allo studio erano stati abusati sessualmente, tutti appartenenti al gruppo acne. Sei di questi individui avevano un disturbo post traumatico da stress clinicamente significativo.

I commenti
“L’acne dell’adolescenza, il periodo di vita durante il quale la capacità di far fronte allo stress è relativamente più bassa, può giocare un ruolo nello sviluppo delle comorbilità psichiatriche, che a loro volta, riducono la qualità della vita e influiscono negativamente sui livelli di autostima / solitudine / soddisfazione della vita “, scrivono Eroglu e colleghi. “La valutazione psicologica degli adolescenti con acne vulgaris è importante per contribuire alla scoperta di qualsiasi potenziale abuso sessuale nascosto. “Il nostro studio dimostra l’importanza di un approccio multidisciplinare per il trattamento dell’acne”.

Fonte: J Cosmet Dermatol 2018
Reuters Staff
(Versione italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*