Home » Medicina » A Roma la Cardio Race. L’esperto: è possibile ridurre il danno da fumo

A Roma la Cardio Race. L’esperto: è possibile ridurre il danno da fumo

Domenica 30 settembre Roma ha ospitato in occasione della Giornata Mondiale del Cuore, la Cardio Race, la corsa promossa dall’Istituto Nazionale per la Ricerca Cardiovascolare per sensibilizzare la popolazione sul tema della prevenzione e a favore della ricerca sulle malattie cardiovascolari. “Nonostante una certificata e diffusa buona salute dei cittadini del Belpaese- ha detto, in occasione della presentazione della manifestazione, il Direttore del Dipartimento di Malattie Cardiovascolari e Respiratorie del Policlinico Umberto I di Roma, Francesco Fedele – le malattie cardiovascolari continuano ad essere responsabili del 44% dei decessi nel nostro Paese. Un fenomeno tuttavia prevenibile, in particolare grazie all’adozione quotidiana di piccole ma importanti scelte di buona salute, come fare esercizio fisico, mangiare e bere in modo sano e, per i fumatori, dire addio alle sigarette.

“La prevenzione in ambito cardiovascolare è fondamentale – ha sottolineato Fedele -, e parlando di buoni propositi, eliminare il fumo potrebbe essere tra i più efficaci per prevenire questo tipo di patologie. E’ chiaro però – e la mia esperienza quotidiana me lo insegna – che smettere è un proposito arduo a cui purtroppo ancora pochi fumatori adulti riescono a dar seguito. Oggi però, grazie alla tecnologia e alla ricerca scientifica esistono delle alternative che, mediante l’eliminazione della combustione, hanno il potenziale di ridurre il danno per il benessere del nostro cuore, potendo quindi rappresentare un buon punto di partenza per coloro che non vogliono o non riescono a smettere. L’approccio al tabagismo deve oggi essere pragmatico, valutando attentamente la proporzione del rischio a cui si va incontro; parafrasando il rischio cardiovascolare ad una partita di calcio, assolutamente importante vincere ma piuttosto che perdere meglio pareggiare”.

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*