2020: come ripartire alla grande pensando al bello del 2019

Per l’anno nuovo niente buoni propositi; meglio pensare a cosa è andato bene nell’anno passato. In questo modo sarà più semplice continuare a migliorare anche nel 2020. A suggerire un approccio diverso ed un ribaltamento di prospettiva è un approfondimento pubblicato su Psychology Today, a cura di Sharon Saline, psicologa clinica.

Come fare step by step
L’esperta suggerisce di iniziare sedendosi in uno spazio tranquillo e dedicare a questo esercizio circa 15 minuti, seguendo sei passi chiave. Ripensare all’ultimo dell’anno (con chi si è festeggiato, dove, etc), andare a ritroso nei mesi precedenti considerando i momenti salienti come compleanni, attività divertenti, vacanze e soffermarsi su 3-5 episodi di questi.

Riflettere sui successi accademici o sul lavoro e su ciò che ci è piaciuto fare e scrivere altre 3-5 cose in riferimento a questo. Riguardare la lista e considerare così tutti gli eventi, sforzi e attività che hanno portato orgoglio, buon umore e fiducia e con un respiro profondo apprezzare questi aspetti positivi della propria vita nel 2019 e non sminuirsi.

In più, creare un nuova lista per il 2020, identificando almeno 3 cose che si vorrebbero ripetere quest’anno e come si vorrebbe farlo e appendere, per esempio, l’elenco nella propria camera, salvarlo sul telefono o scaricarlo sul desktop. Infine, tramite il calendario creare un promemoria per consultarlo il primo giorno di ogni mese. Esaminandolo regolarmente, parola dell’esperta, lo si trasformerà in realtà.

Post correlati

Lascia un commento

*