Ricercatori danesi creano atlante con stime di mortalità per diverse malattie

Un team guidato da Oleguer Plana-Ripoll e colleghi della Aarhus University, in Danimarca, ha creato una sorta di atlante, raccogliendo in modo dettagliato le stime di mortalità sulla base di diverse malattie, disturbi e fattori esterni. La ‘mappa’ è stata pubblicata da PLOS Medicine, con lo studio che fornisce una fonte della stima delle riduzioni dell’aspettativa di vita per tutta una serie di malattie.

La ricerca sarà uno strumento utile per clinici, accademici e per chi si occupa, in generale, di salute pubblica, così come per i ricercatori che studiano specifiche malattie.

I dati sono stati raccolti relativamente a 7.378.598 persone, attraverso l’uso di registri nazionali e creando delle metriche epidemiologiche e di mortalità, inclusi tassi di incidenza; le stime di mortalità tra le persone con determinate malattie sono state confrontate con la popolazione danese generale, così come gli anni di aspettativa persi per ciascuna malattia.

Durante gli anni di studio, circa il 14% delle persone è deceduto. Per 37 delle 39 patologie selezionate, i tassi di mortalità erano più elevati e l’aspettativa di vita più breve. I tassi andavano, per esempio, da 1,09 per i problemi alla vista a 7,85 per le malattie epatiche croniche, mentre per quel che riguardava gli anni di vita persi, il trend andava dallo 0,31 per le allergie a 17,05 per le malattie epatiche croniche.

Fonte: PLOS Medicine 2022

 

Post correlati

Lascia un commento

*



SICS S.r.l. Via Boncompagni 16 - 00187 Roma
Partita IVA: 07639150965

Popular Science Italia © 2022