Gastrectomia a manica: sicura ed efficace a lungo termine in bambini con obesità grave

(Reuters Health) – La gastrectomia a manica è un trattamento sicuro ed efficace per l’obesità grave nei bambini di cinque anni. E’ quanto emerge da uno studio condotto in arabia Saudita e pubblicato dalla rivista Journal of the American College of Surgeons.

A 10 anni, i bimbi e gli adolescenti dello studio sottoposti in precedenza a gastrectomia presentavano un’importante perdita di peso duratura e un miglioramento dei problemi legati all’obesità, senza alcun arresto della crescita in altezza.

“La mancanza di dati a lungo termine e i timori di alcuni pediatri che la chirurgia bariatrica possa influire sulla crescita lineare dei bambini hanno condotto al livello mondiale a una resistenza all’esecuzione di interventi per la perdita di peso nei bambini al di sotto di 14 o 15 anni di età”, dice Aayed R. Alqahtani, professore di chirurgia bariatrica e mininvasiva presso la King Saud University. “I nostri risultati presentano evidenze chiare che dovrebbero eliminare le esitazioni all’esecuzione del trattamento chirurgico bariatrico in bambini e adolescenti che potrebbero beneficiare dell’intervento. Abbiamo una nuova soluzione comprovata per l’obesità grave e le sue comorbilità”.

Lo studio
Nel loro articolo i ricercatori riportano gli esiti a 10 anni per 2.504 bambini e adolescenti di età compresa tra 5 e 21 anni (età media, 15,7 anni; 45% di sesso maschile) con obesità di classe II/III sottoposti a gastrectomia a manica. Tutti avevano fallito l’obiettivo di una considerevole perdita di peso con un programma semestrale che prevedeva counseling alimentare e comportamentale.
La percentuale di perdita di peso in eccesso nel breve termine (da uno a tre anni), medio termine (da quattro a sei anni) e lungo termine (da sette a 10 anni) era rispettivamente pari all’82,3%, 76,3% e 71,1%.
Prima della chirurgia, il 10,5% dei pazienti presentava diabete, il 9,1% dislipidemia e il 15,1% ipertensione. Al follow-up superiore a sette anni, la remissione completa di queste tre comorbilità era del 71,5%, 57,3% e 58,1%.
La velocità di crescita non è stata intaccata dalla chirurgia e non ha differito tra i bambini di età pari o inferiore a 14 anni e quelli più grandi.

Fonte: Journal of the American College of Surgeons
Reuters Staff
(Versione italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

Post correlati

Lascia un commento

*