Home » Medicina » Viaggia, apri la mente. Sarai una persona migliore

Viaggia, apri la mente. Sarai una persona migliore

Se vuoi diventare una persona migliore, comincia a viaggiare; ti aprirà la mente. A sostenerlo è un approfondimento sul portale The Conversation, a cura di Hector Gonzalez-Jimenez, professore di Marketing dell’Università di York.

“Viaggiare – sottolinea l’esperto – può aprire la mente delle persone. Permette di uscire dal ritmo quotidiano (di lavoro, pendolarismo, faccende domestiche) per pensare alle cose che contano davvero e godersi un po’ di tempo in un posto diverso”. Uno studio svolto proprio da Gonzalez-Jimenez e pubblicato nel 2016 sulla rivista Personality and Individual Differences, ha rilevato che avere un’affinità forte verso culture diverse e una connessione globale significa che è anche più probabile avere una relazione migliore col proprio corpo e apprezzarlo di più.

Si può secondo l’esperto sviluppare una visione cosmopolita abbastanza facilmente: semplicemente viaggiando, interagendo con un gruppo eterogeneo di persone, imparando nuove lingue, sperimentando cibi nuovi e abbracciando una mentalità aperta. La ricerca mostra che i benefici possono effettivamente influenzare chi siamo come persone, oltre che il modo in cui ci comportiamo.

Le ricerche in psicologia sociale mostrano inoltre che la cultura influenza il concetto del “sé”, cioè l’immagine che una persona ha di se stessa. Un esempio che viene fatto nell’approfondimento riguarda il Giappone. Per muoversi con successo nel Paese, è essenziale adottare comportamenti di condivisione ed empatici. Ad esempio, le persone non parlano al cellulare sul treno o sulla metropolitana, per evitare di disturbare gli altri e nei giorni di pioggia non portano i loro ombrelli bagnati nei negozi, in treno o in metro. Potrebbe essere, quindi, che l’esposizione a questi tipi di comportamenti positivi motivi i viaggiatori ad adottarli successivamente? Scientificamente, questo fenomeno può essere spiegato dai “neuroni specchio”, che sono collegati al “rispecchiarsi” nei comportamenti degli altri.

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*