Home » Medicina » Vapore sigarette elettroniche danneggia cellule orali

Vapore sigarette elettroniche danneggia cellule orali

sigaretta elettronicaIl vapore creato dalle sigarette elettroniche pare influenzi i biomarcatori delle cellule orali nelle colture di laboratorio, il che suggerisce un incremento del rischio di patologie come i tumori orali. Questo dato emerge da uno studio condotto da Diana Messadi dell’Università della California, secondo cui le sigarette elettroniche possono risultare dannose per la cavità orale e non dovrebbero essere considerate come un’alternativa sicura al fumo di tabacco.

Con la diffusione di questi dispositivi, è emerso un dibattito sulla possibilità che essi comportino più rischi o benefici. I loro sostenitori argomentano che esse possono aiutare i fumatori a smettere o a passare ad una modalità meno dannosa di consumo di nicotina, mentre i detrattori sostengono che esse possono incoraggiare le persone ad iniziare ad inalare sostanze tossiche per la prima volta.

Nella tipica sigaretta elettronica, un elemento riscaldante alimentato a batteria atomizza un liquido contenente nicotina, propilen-glicole o glicerina ed aromi, e l’utente inala questo vapore. Alcuni studi hanno dimostrato che le sigarette elettroniche possono ridurre il numero di sigarette consumate dai fumatori senza significativi effetti collaterali, ma i loro effetti a lungo termine sono poco chiari.

Altri studi hanno dimostrato che le sigarette elettroniche aromatizzate al mentolo possono ridurre la proliferazione e la disponibilità cellulare in coltura, e danneggiare la funzionalità immunitaria nei topi. La loro introduzione è comunque ancora troppo recente per riscontrare cambiamenti orali nei pazienti, che necessitano di anni, ma secondo i ricercatori i medici dovrebbero sconsigliarle ai pazienti, specialmente se si tratta di giovani adulti che non hanno mai fumato.

Nei fumatori, invece, l’impiego della sigaretta elettronica è utile se aiuta a smettere di fumare, ma sul lungo periodo anch’essa andrebbe abbandonata. Secondo gli esperti, anche se il contenuto del vapore non fosse tossico, l’uso della sigaretta elettronica non sarebbe comunque scevro da rischi, in quanto il semplice atto di inalare qualcosa nella mucosa orale tende a disseccare i tessuti. I suoi effetti definitivi sull’uomo in ogni caso non possono essere estrapolati da cellule coltivate in laboratorio, dato che in vivo entrano in gioco diversi altri fattori, alcuni dei quali potrebbero essere protettivi. (PLoS ONE. 2016; 11: e0154447)

 

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*