Home » Archeologia » Un bicchiere di latte…preistorico!

Un bicchiere di latte…preistorico!

image

Residui lipidici recuperati da frammenti di vasi antichi testimoniano che latte e formaggi erano già presenti nei menù dei preistorici del nord Europa.

L’amore dei Finlandesi per il latte risale al 2500 AC. Proprio loro, i maggiori consumatori al mondo, hanno avuto antenati in grado di produrre preistoriche leccornie a base di latte.

Può sembrare paradossale che questa produzione sia stata possibile in un ambiente tanto ostile, dove la neve è presente fino a quattro mesi all’anno.
Ma la ricerca, realizzata dalle Università di Bristol e di Helsinki, non lascia spazio a dubbi: i reperti sono stati rinvenuti proprio a questa latitudine, a ben 60 gradi a nord dell’equatore.

Dunque non solo di selvaggina e pesca vivevano i nostri nordici predecessori. Questo dimostra che gli uomini della pietra, non erano poi così “primitivi”: in condizioni climatiche proibitive, dovevano preoccuparsi di tenere al riparo il bestiame e assicurarsi provviste di foraggio per tutto l’inverno.

Lo studio, non si è limitato al ritrovamento dei reperti: il legame tra antichi popoli nordici e consumo di latte è stato approfondito analizzando la capacità dei moderni popoli finlandesi di digerire il latte in età adulta.
E quello che è emerso è una conferma di questo legame.“ I nostri risultati mostrano un chiara relazione tra la popolazione preistorica e la capacità di digerire il latte” – dichiara il ricercatore Volker Heyd, noto archeologo dell’Università di Bristol. La genetica della popolazione finlandese evidenzia basse percentuali di intolleranza al lattosio. La buona capacità digestiva di questo popolo affonda quindi le sue radici nelle abitudini alimentari dei suoi antenati.

Bere un bicchiere di latte da oggi non sarà più solo una piacevole quotidiana abitudine, appagamento del mattutino risveglio, ma un piacere antico, ricco di tradizioni che sa di popoli lontani e allo stesso tempo così vicini a noi.

 

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*