Home » Medicina » Tumori alla gola: chirurgia primaria aumenta la sopravvivenza

Tumori alla gola: chirurgia primaria aumenta la sopravvivenza

Mal di golaNon solo Europa. All`European Cancer Congress di Vienna i contributi scientifici arrivano anche dal`Estremo Oriente. Nel caso specifico, è stato presentato uno studio condotto a Taiwan dal team guidato dal dottor Chih-Tao Cheng, un ricercatore della Koo Foundation Sun Yat Cancer Center di Taipei. Il lavoro del team orientale, condotto su popolazione locale, ha scoperto una correlazione positiva tra chirurgia radicale e sopravvivenza complessiva nei pazienti affetti da cancro alla gola all`inizio del processo metastatico.

Lo studio ha incluso casi di tumore orofaringeo e ipofaringeo, estratti dai database del Taiwan Cancer Registry e del Taiwan National Health Insurance Claims. In totale, sono stati presi in esame 2.837 casi di tumore orofaringeo e 2.315 di tumore ipofaringeo, diagnosticati nel periodo compreso tra il 2004 e il 2008. Tutti I pazienti sono stati seguiti fino al 2012. Per lo studio sono stati considerati 1.698 pazienti con tumore orofaringeo e 1.619 con tumore ipofaringeo.

Dall`analisi è emerso che la chirurgia radicale è stata efficace in più di un terzo dei pazienti con tumore orofaringeo, e precisamente nel 35% dei 424 pazienti con cancro allo stadio III e nel 38% di quelli con cancro allo stadio IV. Circa la metà dei pazienti con tumore ipofaringeo era stato sottoposto a trattamento chirurgico: il 55% era in uno stadio III e il 49% nello stadio IV. I ricercatori hanno comparato I risultati fra coloro che erano stati sottoposti a chirurgia e i pazienti avviati ad altre terapie. A cinque anni, La sopravvivenza complessiva si attestava complessivamente per I pazienti con entrambi I tipi di cancro, allo stadio III al 59% di coloro che si erano sottoposti all`intervento chirurgico e al 48% per I non operati.

Allo stadio IV le percentuali si attestavano rispettivamente al 51% e al 40%.
Il dottor Cheng ha commentato che gli attuali protocolli di trattamento sono multidisciplinari e prevedono chirurgia, chemioterapia, radioterapia e target-terapia. “Nonostante tutto – ha detto Cheng – I tassi di sopravvivenza complessiva per I tumori locoregionali avanzati di testa e collo rimangono insoddisfacenti. La nostra ricerca ha dimostrato che la chirurgia primaria è associata a una maggiore sopravvivenza”.

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento


*