Home » Medicina » Terapia del dolore. FDA, avvisi sulle confezioni per evitare abuso farmaci oppiodi

Terapia del dolore. FDA, avvisi sulle confezioni per evitare abuso farmaci oppiodi

farmaci oppiodi(Reuters Health) – Nuove regole per le etichette dei farmaci oppioidi a rilascio immediato. La Food and Drug Administration (FDA) americana ha annunciato ieri dei cambiamenti per aumentare la sicurezza nell’uso di questi farmaci contro il dolore. Tra le novità, la FDA ha richiesto la presenza, in etichetta, di un box che spieghi i rischi gravi legati all’uso improprio, all’abuso, alla dipendenza, all’overdose e alla morte che gli oppioidi potrebbero causare. L’ente americano, inoltre, richiede anche numerose altre modifiche di etichettatura e sicurezza in tutti i prodotti che contengono oppioidi.

Queste norme fanno parte di “uno sforzo della FDA per aiutare i pazienti a bilanciare rischi e benefici dell’uso di questi farmaci contro il dolore”, ha dichiarato l’Ente americano in un comunicato. “La dipendenza e l’overdose da oppioidi hanno raggiunto livelli da epidemia negli ultimi decenni e la FDA resta fedele all’impegno di fare la sua parte per evitare un impatto devastante nell’uso inadeguato e nell’abuso degli oppioidi”, ha dichiarato Robert Califf, commissario della FDA, nel comunicato. “L’azione intrapresa oggi – ha aggiunto – è una delle più importanti per informare i pazienti e una delle tante che la FDA vuole portare avanti nei prossimi anni come piano strategico per invertire la tendenza”.

Intanto, i Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (CDC) americani hanno emesso, la scorsa settimana, delle linee guida per dissuadere i medici di base dall’usare gli oppioidi contro il dolore cronico. Secondo i CDC, le prescrizioni di oppioidi, soprattutto per il dolore cronico, è uno dei fattori responsabili dell’epidemia di overdose da farmaci che sta interessando gli Stati Uniti.

Fonte: elaborazione Reuters Health su comunicazione FDA

Reuters Staff

(Versione italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

 

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento


*