Home » Medicina » Telepatia, ora è possibile

Telepatia, ora è possibile

be7f04c5baea2f7b2d76a20eb4b09aab

Comunicare col pensiero è possibile: per la prima volta due esperimenti hanno dimostrato che si può dialogare esclusivamente attraverso il cervello. Pubblicata sulla rivista Plos One, la ricerca ha coinvolto quattro volontari che si sono scambiati saluti come ‘ciao’ e ‘hola’ tra Francia e India e tra Francia e Spagna. ”Volevamo scoprire se due persone possono comunicare direttamente leggendo l’attività cerebrale dell’altro e ‘iniettando’ nell’altro la propria attività cerebrale, anche su grandi distanze, sfruttando le ‘strade’ esistenti”, ha spiegato uno degli autori della ricerca, il neurologo Alvaro Pascual-Leone, che lavora tra l’università di Harvard e il Beth Israel Deaconess Medical Center (Bidmc). Con lui hanno condotto il test l’italiano Giulio Ruffini e Carles Grau leading, dello Starlab di Barcellona, e Michel Berg della francese Axilum Robotics.

Il computer messaggero dei messaggi
Per i ricercatori ”questi esperimenti sono un primo passo importante nell’esplorare la possibilità di superare la tradizionale comunicazione basata su linguaggio e gesti”.
Non è la telepatia come la si immagina tradizionalmente, ma una forma di telepatia hi-tech nella quale il computer ha fatto da ‘messaggero’, utilizzando internet per veicolare da un cervello all’altro i segnali elettrici cerebrali, poi ‘tradotti’ nel saluto. Elettrodi sulla testa dei protagonisti del test hanno permesso di registrare l’attività elettrica del cervello, con l’aiuto di tecnologie avanzate, come l’elettroencefalogramma (Eeg) wireless e la stimolazione magnetica transcranica (Tms).

L’esperimento
Quindi il computer ha analizzato i segnali e li ha trasmessi all’altro cervello via internet. A 5.000 chilometri di distanza un’interfaccia computer-uomo ha trasmesso il messaggio all’altro individuo tramite una stimolazione cerebrale non invasiva. Quello che l’individuo ha percepito sono stati lampi di luce nella visione periferica, apparsi in sequenze numeriche in seguito decodificate correttamente.

Tag

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*