Home » Medicina » Scoperto l’enzima che ferma l’invecchiamento della pelle

Scoperto l’enzima che ferma l’invecchiamento della pelle

pelleIl segreto per mantenere la pelle giovane per sempre è stato svelato. La chiave risiede in un enzima identificato nelle centraline che danno energia alle cellule, i mitocondri, e la sua quantità tende a ridursi nella pelle con l’avanzare dell’età. Se si riuscisse a mantenerlo costante nonostante l’avanzare degli anni, si potrebbe mantenere la pelle giovane. Descritta sul Journal of Investigative Dermatology, la scoperta, fatta dall’Università di Newcastle, potrebbe aprire le porte non solo a futuri cosmetici antietà, ma aiutare a capire come invecchiano gli organi e sviluppare nuovi farmaci, anche anticancro. ”Quando il nostro corpo invecchia, i mitocondri si esauriscono, e aumentano i radicali liberi che sono dannosi – precisa Mark Birch-Machin, coordinatore dello studio – Un processo che si può vedere facilmente sulla nostra pelle, quando appaiono segni e rughe”.

Lo studio
Per la prima volta i ricercatori sono riusciti a vedere che con l’aumentare dell’età, cala l’attività di un enzima metabolico chiave nei mitocondri della pelle. L’attività dell’enzima, che si chiama Complex II, è stata misurata sui campioni di pelle di 27 persone dai 6 ai 72 anni. Il calo dell’attività dell’enzima è stato osservato solo in quelle cellule che avevano smesso di crescere. ”Questo enzima è il cardine tra due importanti modi di produzione dell’energia nelle nostre cellule – continua Birch-Machin – e il calo della sua attività contribuisce a ridurre la bioenergia nelle cellule che invecchiano”. Ora c’è quindi un biomarcatore specifico, un bersaglio, da utilizzare per lo sviluppo di trattamenti e creme anti-eta’ per la pelle, che potrebbero essere fatti su misura per le diverse eta’ e pigmentazioni della pelle, ma anche su altre parti del corpo.

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*