Home » i-Tech » Rischio perdita di udito sul lavoro: un aiuto dalla tecnologia

Rischio perdita di udito sul lavoro: un aiuto dalla tecnologia

Preservare l’udito sul posto di lavoro è molto importante, ma non sempre è facile. Un aiuto per prevenire l’eventuale perdita di udito arriva dalla tecnologia e precisamente da un’App per smartphone realizzata dai Centers for diseases control (Cdc) di Atlanta. Grazie a questa applicazione, spiegano sul loro sito, si potrà misurare il livello di rumore sul proprio luogo di lavoro e ridurre il rischio di perdere l’udito.

L’applicazione
L’app è pensata per aiutare esperti di sicurezza e salute sul lavoro, e gli stessi lavoratori che non possono avere accesso a strumenti professionali di misurazione del suono, per farlo loro stessi sul posto. In questo modo saranno più consapevoli delle condizioni del loro ambiente di lavoro, in particolare chi è impiegato nel settore delle costruzioni e dei servizi (musicisti, insegnanti e operatori della ristorazione).

Come funziona
L’applicazione è facile da usare: raccoglie i dati di esposizione al rumore e fornisce una ‘lettura’ del livello dei suoni tramite un microfono interno e uno esterno, e dando in modo istantaneo il risultato sotto forma di decibel. Si preme il pulsante play, e l’app inizia a raccogliere tutti i vari suoni (conservazioni escluse), che vengono poi conservati e possono essere condivisi anche con il personale sanitario e di sicurezza del lavoro. L’app da’ inoltre informazioni sul rumore e la prevenzione della perdita di udito. Il limite di esposizione al rumore raccomandato è di 85 decibel per una media di 8 ore di lavoro. Al di sopra si questo soglia ci sono rischi per l’udito del lavoratore.

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*