Home » Medicina » Neurochirurgia sempre più robotica

Neurochirurgia sempre più robotica

shutterstock_226321948In occasione del Meeting della Federazione Mondiale di Neurochirurgia (Wfns), per la prima volta in Italia, nell’anno in cui ricorre il sessantesimo anniversario della nascita di questa Organizzazione, dall’8 al 12 settembre, verranno presentate numerose innovazioni in campo neurochirurgico.

Una tra queste sarà un sofisticato sistema posto all’esterno del cranio, dalla forma presumibilmente simile a un caschetto, quindi totalmente non invasivo, che secondo le anticipazioni sfrutta le onde elettromagnetiche o elettrofisiche per intervenire sulle cellule tumorali, bloccandone la crescita.

“Lo studio è randomizzato e sarà presentato in sessione plenaria ed è stato sospeso per manifesta efficacia della procedura. Si tratta di un sistema costoso”, spiega Francesco Tomasello, Presidente del 15th Interim Meeting of Wfns. Al convegno, che vedrà la partecipazione di duemila specialisti, provenienti da 105 Paesi del mondo, come aggiunge l’esperto si parlerà, tra gli altri temi, anche di neurochirurgia militare, con un particolare focus anche sulla robotica, e di medicina rigenerativa.

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*