Home » Medicina » Meno soldi, più diabete

Meno soldi, più diabete

diabete e denaro

La difficoltà nel pagamento di cibo e medicinali sembra essere associata ad uno scarso controllo del diabete Questo è il risultato di uno studio che ha esaminato l’impatto dell’insicurezza economica nella gestione della malattia e nell’impiego delle risorse sanitarie. Negli USA, il Patient Protection and Affordable Care Act ha aumentato l’accesso alle assicurazioni sanitarie per i pazienti, ma ciò potrebbe non portare ad alcun miglioramento nel controllo del diabete fra le fasce a basso reddito della popolazione per via dei fattori determinanti di ordine sociale della salute, che ricadono al di fuori della portata della pratica medica, come ad esempio le difficoltà nel pagamento di alimenti, medicinali, abitazioni o infrastrutture. Secondo lo studio, l’insicurezza alimentare risulta associata ad un aumento della probabilità di scarso controllo del diabete e di visite ambulatoriali, ma non di visite in pronto soccorso, mentre lo scarso impiego dei medicinali correlato ai loro costi è associato invece ad un aumento delle visite in pronto soccorso, ma non di quelle ambulatoriali.

Nel complesso, un elevato numero di insicurezze economiche risulta associato ad uno scarso controllo del diabete ed all’incremento dello sfruttamento delle risorse sanitarie. I sistemi sanitari sono sempre più responsabili per esiti a carico della salute dei pazienti che affondano le loro radici al di fuori dell’assistenza clinica Per via di questo sviluppo, la creazione di strategie che incrementano l’accesso alle risorse sanitarie potrebbe ragionevolmente accompagnare quella di strategie che coprono le determinanti sociali dello stato di salute, fra cui anche le insicurezze riguardanti le necessità materiali. In particolare, insicurezza alimentare e scarso impiego di medicinali legato ai loro costi potrebbero risultare target promettenti per la gestione quotidiana del diabete nel mondo reale. (JAMA Intern Med online 2014, pubblicato il 29/12)

Add To TwiiterRetweet This Post item information on FacebookShare This Add LinkedinLinkedin Digg ThisDigg This Add To Del.icio.usBookmark This

About The Author

Lascia un commento

*