ll Covid ha rubato oltre 28 milioni di anni di vita nel 2020

Oltre 28 milioni di anni di vita persi nel 2020 a causa della pandemia di Covid in 31 Paesi; per la stessa causa, il numero di anni di vita persi complessivamente nel 2020 e’  stato 5 volte maggiore (2.510 per 100.000 individui) di quelli persi per l’influenza stagionale nel 2015 (458 per 100.000).

Lo indica lo studio pubblicato sul British Medical Journal, condotto dall’Universita’  di Oxford su un totale di 37 nazioni.

Gli esperti hanno confrontato l’aspettativa di vita osservata e gli anni di vita persi nel 2020 per morti precoci con aspettativa di vita e gli anni di vita persi che erano attesi nei diversi Paesi in base ai trend storici relativi al periodo 2005-2019 per questi due indicatori.      E’ emerso cosi’  che fra il 2005 e il 2019 l’aspettativa di vita alla nascita e’  aumentata per entrambi i sessi in tutti i Paesi studiati. Nel 2020 c’e’  stato un calo dell’aspettativa di vita in entrambi i sessi in tutti i Paesi tranne Nuova Zelanda, Taiwan, Norvegia (dove e’  invece aumentata)  Danimarca, Islanda e Corea del Sud, dove e’  rimasta invariata.    Il calo maggiore di aspettativa di vita si e’  verificato in Russia (con 2,33 anni in meno negli uomini e 2,14 anni in meno tra le donne), USA (−2,27 nei maschi e −1,61 per le donne), Bulgaria (−1,96 nei maschi e −1,37 nelle donne), Lituania (−1,83 e −1,21), Cile (−1,64 nei maschi), Spagna (−1,11 nelle donne).

Gli anni di vita persi per morti precoci sono aumentati nel 2020 in 31 dei 37 Paesi studiati (tranne che in Norvegia, Taiwan, Islanda, Danimarca, Corea del Sud, Nuova Zelanda e Danimarca).    Nei rimanenti 31 Paesi piu’  di 222 milioni di anni di vita sono stati persi nel 2020, 28,1 milioni in piu’  di quanto era atteso (17,3 milioni tra i maschi e 10,8 milioni tra le femmine).    Le perdite maggiori, in termini di numero di anni per 100.000individui, si sono registrate in Russia (7.020 nei maschi, 4.760 nelle femmine), Bulgaria (7.260 e 3.730), Lituania (5.430 e 2.640), USA (4.350 e 2.430).

Post correlati

Lascia un commento

*